Pd verso le Europee. Ufficializzato l’inguacchio tra Nicola Zingaretti e Carlo Calenda

Pd verso le Europee. Ufficializzato l’inguacchio tra Nicola Zingaretti e Carlo Calenda

31 Marzo 2019 0 Di Marino Marquardt

 

Un altro inguacchio! Anche Nicola Zingaretti – al pari dei suoi predecessori – cerca sponde alla sua destra e trascura di guardare agli ormai abbandonati e incoltivati campi alla sua sinistra. Segno che anche il neo Segretario del Pd mal digerisce le storiche collocazioni da cui proviene.

Il Capo del Nazareno condivide il logo del suo partito con la lista-ectoplasma dell’ex Ministro

Un’altra delusione per gli orfani, per i senza casa, per i barboni della Sinistra ridotti in tale stato da Occhetto, Veltroni e Bertinotti, tanto per fare dei nomi…

Detto papale papale l’aver abbinato il simbolo del Pd, il condividere il logo con quello della Lista-ectoplasma inventata last minute dal pariolino Carlo Calenda è un oltraggio alla storia, è uno schiaffo al buonsenso, è uno sberleffo alla Sinistra, è una scommessa pericolosa per chi la fa.

E rischia di inguacchiarsi, Zingaretti, dal momento che non sono noti i nomi dei personaggi che si accompagneranno all’ex Ministro oggi mancato Anfitrione e pezzottato Tuffatore tra le nevi colpito da improvvisa e inspiegabile visibilità pur non avendo alle sue spalle storia politica. E viene da chiedersi: ma chi lo manda? Per chi lavora Costui? Da chi è composto l’inner circle che lo sostiene?

E sorge il sospetto che dopo Matteuccio Renzi un altro Cavallo di Troia sia entrato nel Nazareno. Meno pericoloso perché senza seguito. Ma la sua presenza potrebbe rivelarsi  pur sempre fastidiosa in assenza della giusta biada…

Dispiace per Zingaretti. Con un Pierluigi Bersani che dice cose di Sinistra,  Lui, il Nuovo Capo del Pd, stringe patti con chi parla usando lingua biforcuta. C’est la vie…

31/03/2019  h.08.45