Philadelphia, destinazione top dell’estate

Philadelphia, destinazione top dell’estate

09 Maggio 2016 0 Di Francesca Pierpaoli

Philadelphia è stata dichiarata da Lonely Planet prima destinazione Usa da visitare nel 2016 e dal 25 al 28 luglio ospiterà la Convention democratica. Ecco cosa c’è da vedere in città

Philadelphia, città storica e moderna

Resa celebre dal film Rocky e poi dalla canzone di Bruce Springsteen che ha vinto l’Oscar, Philadelphia è sotto i riflettori mediatici di tutto il mondo. L’anno scorso, infatti, ha ospitato Papa Francesco e l’incontro Mondiale delle Famiglie, mentre dal 25 al 28 luglio 2016 ha strappato a New York la grande opportunità di ospitare la Convention democratica che eleggerà in candidato ufficiale alla presidenza Usa.

Prima ed unica città degli Stati Uniti ad essere dichiarata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità, Philadelphia è stata dichiarata dalla Lonely Planet1° destinazione degli Usa da visitare nel 2016. Città storica ma allo stesso tempo moderna, Philly ha certamente meritato il primo posto nella Us Travel Wish List 2016. Come se non bastasse, la Pacific Area Travel Writers Association (Patwa) ha dichiarato Philadelphia migliore destinazione per il patrimonio storico e culturale.

Per Philadelphia è un vero onore ricevere questo prestigioso riconoscimento che, insieme alla nomina del 2015 a prima ed unica città degli Stati Uniti patrimonio dell’umanità, esalta le ricchezze storiche e culturali di Philly”,

ha affermato Julie Coker Graham, president e Ceo del Philadelphia Convention & Visitors Bureau (Phlcvb). “I grandi successi raggiunti in questi anni contribuiranno sicuramente ad incrementare il numero di visitatori in città che attendiamo a braccia aperte”.

 

Philadelphia, i luoghi all’insegna della storia e della cultura

Culla degli Stati Uniti d’America, Philadelphia offre una grande quantità di attrazioni storiche. I visitatori possono passeggiare per l’Independence National Historical Park, il miglio quadrato più storico d’America, circondati dagli edifici che hanno fatto la storia come l’Independence Hall, patrimonio dell’umanità, dove fu firmata la Dichiarazione di Indipendenza. Tappe obbligate la Liberty Bell, simbolo di libertà per il popolo americano e la Betsy Ross House, abitazione della patriota che si narra abbia cucito la prima bandiera degli Stati Uniti.

Philadelphia è inoltre un centro culturale senza eguali. I meravigliosi musei situati lungo Benjamin Franklin Parkway espongono alcune delle più belle mostre d’arte del paese. Tra questi, da non perdere è il Philadelphia Museum of Art, il terzo museo più grande degli USA dove si può anche ammirare, nei pressi della scalinata esterna, la statua che omaggia la figura di Rocky Balboa, con il volto di Sylvester Stallone.

Pregevoli sono anche il Museo Rodin che ospita il numero maggiore di sculture di Rodin fuori Parigi e la Barnes Foundation dove ammirare la collezione privata di arte impressionista e post impressionista più grande al mondo con opere di Renoir, Cézanne e Matisse.

L’arte a Philly si respira anche all’aria aperta con i 4mila murales del Philadelphia Mural Arts Program che decorano le strade della città. Da non perdere le performance della Philadelphia Orchestra nel gioiello architettonico del Kimmel Center for the Performing Arts così come l’opera, i balletti e gli spettacoli di Broadway all’ Academy of Music proposti in città.

Mangiare e dormire

Come tutte le città americane, Philadelphia offre una grande varietà di scelta. Tuttavia la specialità locale, da provare assolutamente, è il Cheesesteak, il panino simbolo della città. Il Philly cheesesteak è un “sub”, ossia un panino lungo, farcito con carne (di manzo, vitello, pollo) alla griglia tagliata fine e ricoperta di formaggio di solito il Cheddar). Fu creato negli anni ’30 da Pat Olivieri, proprietario del negozio che esiste tutt’oggi, Pat’s King of Steaks (237 E Passyunk Avenue), da decenni acerrimo rivale di Geno’s Pizza, che si trova proprio di fronte. Vale la pena anche di fare un salto a Chinatown, dove si possono scovare deliziosi ristoranti di dim-sum (i ravioli ripieni) e tante specialità anche thailandesi e malesi.

Per un soggiorno davvero al top, il Loews Philadelphia Hotel è l’indirizzo giusto (1200 Market St). Si trova nel cuore di downtown, a due passi dal Convention Center e da Chinatown, e offre un’ospitalità superba. Le camere, con slendido affaccio sulla città, sono dotate di ogni comfort, inclusi letti ergonomici con materassi i memory foam, mentre il ristorante offre piatti leggeri e gustosi, con ingredienti biologici. Per rilassarsi dopo un lungo giro in città ci sono  anche la spa, la piscina e un’ampia palestra dove allenarsi.