Home Cultura Musica Poprock elettronico, Lassistente debutta con l’album Molecole

Poprock elettronico, Lassistente debutta con l’album Molecole

18
0
Molecole Lassistente Francesco Ricci

Esce Molecole, album di debutto del cantautore Lassistente Francesco Ricci. Il video del singolo girato durante il calcio storico fiorentino.

Esce Molecole, album di debutto di Lassistente

Arriva Molecole, l’album di debutto di Lassistente Francesco Ricci, il 27enne cantautore toscano che si sta affermando come un raffinato protagonista del pop rock elettronico contemporaneo.

Molecole”, prodotto da Le Nozze di Figaro / Warner Chappell, e distribuito da Believe Digital, contiene sette brani che raccontano momenti di vita vissuta e non vissuta, di amori finiti e di amori pronti a volare, di emozioni, di consapevolezze ma soprattutto di opportunità.

Molecole Lassistente Francesco RicciLassistente, al secolo Francesco Ricci, ha una laurea in Politiche Sociali nel cassetto e tante esperienze sui palchi dello Stivale, compresi quello stellare del capodanno fiorentino 2015 in piazza Pitti e, pochi giorni fa, quello della Flog, insieme a Galeffi.

La produzione artistica è affidata Alessandro ‘Finaz’ Finazzo, il “chitarrista virtuoso” della Bandabardò, con cui Lassistente aka Francesco Ricci ha arrangiato e registrato i brani di  “Molecole”, presso il Wallup Studio di Paolo Baglioni.

In contemporanea con l’uscita è stato rilasciato il singolo “Molecole” che dà il titolo all’album (qui il video) ambientato nel contesto del Calcio storico fiorentino e realizzato in occasione dell’ultimo torneo, la scorsa estate in piazza Santa Croce a Firenze.

Molecole Lassistente Francesco RicciLa forza comunicativa della musica e testi che attingono a esperienze vissute in prima persona, sono elementi cardine delle canzoni de Lassistente.

Molecole nasce dopo il primo vero momento difficile della mia vita – spiega il cantautore fiorentino – ma anche dell’attimo successivo, quello delle opportunità che il destino ha voluto mettermi di fronte: giorni vissuti o solo immaginati, pensati.

C’è una lettera d’amore a chi ha deciso di andarsene per sempre, c’è un riflessione con l’analista, il racconto di una storia d’attrazione e la dichiarazione per un amore pronto a volare; c’è la consapevolezza di chi si è fermato per la prima volta a pensare che ad ogni azione corrisponde veramente una reazione da considerare.

E poi c’è il mare, la barca di una vita e quel capitano che sa bene qual è il porto sicuro dove attraccare per non affondare”.