Reddito d’Emergenza? No, grazie. Sostegno alle Microimprese e Reddito di Cittadinanza riveduto e corretto alle persone

Reddito d’Emergenza? No, grazie. Sostegno alle Microimprese e Reddito di Cittadinanza riveduto e corretto alle persone

30 Marzo 2020 0 Di Marino Marquardt

Vogliono battezzarlo Reddito d’Emergenza. E fanno circolare questo nome per vedere l’effetto che fa, avrebbe commentato musicalmente Enzo Jannacci… Premesso ciò, non si rendono conto – dalle parti di Palazzo Chigi – che non è una questione di costruzioni lessicali.  Non si rendono ancora ben conto – Lor Signori – che l’Emergenza Sociale impone la immediata distribuzione di soldi. Pochi, maledetti e subito, come usa dire il giocatore di Poker.

La paura di chiamare le cose col proprio nome, la paura di dire come realmente stanno le cose – vedrete – finirà col rendere un pessimo servigio al Governo.

Ed è forte la possibilità che l’Esecutivo finisca sotto gli attacchi – per certi versi fondati – dei due Mattei (il plurale è voluto ndr), come è forte la possibilità che la Squadra di Giuseppe Conte finisca nei mirini dei Media assoldati dalle Opposizioni e di Quanti – pur non avendo come il Sottoscritto posizioni preconcette contro l’Esecutivo – non sopportano più gli allungamenti dei tempi.

E’ irritante, ad esempio, apprendere l’indiscrezione secondo la quale il cosiddetto Reddito d’Emergenza sarebbe costituito da un bonus di 1600 Euro da distribuire in due tranche. E’ irritante perché non è più tempo di Provvedimenti a Rate! La Misura così applicata starebbe a significare che dalle Parti di Palazzo Chigi manchi la necessaria lucidità.

Per il Dopo-Covid occorrono misure strutturali di sostegno economico e non bonus-yogurt a scadenza. Misure di sostegno da destinare ai Nuovi e Vecchi Senza Lavoro, sussidi da corrispondere fino a quando Costoro non avranno trovato il modo di provvedere al proprio sostentamento e a quello dei familiari.

La crisi riguarda il Lavoro Emerso e quello in Nero. Il prevedibile ridimensionamento delle Attività Commerciali e la Crisi dell’indotto ad Esse collegato genererà un aumento esponenziale di Persone prive di Lavoro; la crisi del Turismo lascerà morti e feriti anche nel Creativo Settore dell’Arte di Arrangiarsi. Vedesi le Guide improvvisate, i venditori di souvenir, gli autonoleggiatori non autorizzati, i taxisti abusivi ecc.

Sbarcare il lunario diventerà impresa proibitiva anche per la Creativa e fino a ieri inossidabile Economia del Vicolo.

Scenari apocalittici che si riverbereranno sui Consumi, su ciò che resterà delle Attività Commerciali, sulle Microimprese e sulle Industrie i cui prodotti troveranno pochi compratori.

Non a caso Mario Draghi ha recentemente sostenuto la necessità di immettere liquidità nel Paese. E un bonus di due mesi come l’annunciato Reddito d’Emergenza non può risolvere l’asfissiante Crisi Economica.

Eppure – incredibile ma vero – la soluzione è semplice: basta rimodulare le modalità di accesso al Reddito di Cittadinanza e dare ristoro economico ai Titolari di Attività Commerciali e Microimprese attraverso contributi sui fitti dei locali, sulle bollette, sugli adempimenti fiscali. Soldi da erogare subito previa autocertificazione dei richiedenti su apposito Modello Inps preparato allo scopo. Ovviamente da prevedere robusti soggiorni nelle Patrie Galere per i Furbetti eventualmente scoperti dall’Istituto di Previdenza a fine emergenza…

Detto ciò, il Ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, anziché fare il bellillo con i colleghi della UE, tiri fuori i necessari attributi e si dia da fare. In alternativa se ne torni a casa a suonare la chitarra!

In Italia c’è da ricostruire lo Stato Sociale fondato dai Grandi Democristiani, Socialisti e Comunisti della Prima Repubblica, Stato Sociale demolito dai Liberisti e dai Falsi Profeti della Sinistra della Seconda. In Questa Ottica Architetti come Gualtieri potrebbero servire a poco…

Ps. “Sopra le Righe”, è il nuovo spazio che mi offre il privilegio di potermi esprimere in prima persona su fatti non necessariamente legati alla quotidianità. Uno spazio eretico in cui le opinioni del sottoscritto talvolta non appariranno coerenti con la linea editoriale di Italia Notizie 24. Voltaire docet…

Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola.

30/03/2020   h.09.10