Home Politica Politica italiana Renzi cerca di riciclarsi. Prepara programma tv e lancia la sfida ad...

Renzi cerca di riciclarsi. Prepara programma tv e lancia la sfida ad Alberto Angela

L’ex Segretario del Pd Renzi appare disinteressato alla crisi del Pd. “Io non c’entro”, il suo alibi. E pensa di darsi alla tv.

Il futuro di Renzi tra il partitino personale e un programma tv

In tutt’altre faccende affaccendato, Matteo Renzi non ha tempo per occuparsi del Pd, il Partito che ha ridotto in cocci. E ai suoi manda a dire di non essere interessato alla data del Congresso. “Facciano pure…”, dice con nonchalance. Il Pd, insomma, non sembra più essere affar suo… “Io non c’entro, non ho fatto campagna elettorale”, va ripetendo a mò di alibi, va sostenendo  come scusante della catastrofe elettorale

L’ex Capo Scout – realizzata la missione distruttiva – vede probabilmente esaurito il suo compito all’interno del Nazareno, la Morgue della Sinistra in queste ore agitata dalle convulsioni degli Zombies che la affollano.

Vuole godersi lo stipendio da autonominato senatorino, il Giovane Becchino del Pd. Frattanto ipotizza di farsi un proprio partitino  (un sondaggio Emg lo dà attorno al 4 per cento) e cerca sponsor per l’edizione settembrina della Leopolda.

Ma non è tutto. Sullo sfondo dello scenario in allestimento per la rappresentazione della versione aggiornata del Giovanotto di Rignano sull’Arno troneggia il guanto di sfida ad Alberto Angela, il divulgatore culturale apprezzato in tutto il mondo.

E già, perché il poliedrico Ragazzo, tra playstation e pop corn, tra una conferenza all’Estero e una inutile seduta al Senato, ha messo a punto il colpo gobbo dell’attuale fase personale esistenziale.

Renzi vuole sfondare i teleschermi attraverso la conduzione di un programma storico-culturale sui Tesori artistici di Firenze.

I Tesori fiorentini dell’Arte per dimenticare…

Sempre più senza freni inibitori, l’ex Segretario Dem nonché ex Premier, vuole tuffarsi nella cultura. Lo farà probabilmente con un copione scritto da altri e mandato giù a pappagallo. Tutto d’un sorso si berrà Giotto, Michelangelo, Brunelleschi, Leonardo… Lo farà per dimenticare le amarezze riservategli dalla matrigna politica cinica e bara…

La notizia è riportata oggi dal Corriere della Sera, dal Fatto Quotidiano, dalla Verità, e da Libero.

“L’ex segretario, che è a Londra, lascia intendere ai suoi che per lui la data del congresso è indifferente – scrive il Corriere – Ed effettivamente Renzi sembra lontano da queste contese. Sta progettando di darsi alla tv. Di fare cioè un programma con il suo amico Lucio Presta sulle bellezze dell’Italia, probabilmente su Netflix”.

Il Fatto puntualizza:

“Il progetto è mastodontico, riservato e pure in fase più che avanzata: una trasmissione di taglio culturale su Firenze e con l’ex premier in video, numerose puntate da girare subito per i palinsesti autunnali o al massimo del prossimo anno, produttore indipendente, emittente non individuata”.

Renzi, insomma, potrebbe imitare – è un tipo ambizioso – Walter Veltroni, Barack Obama o Al Gore, sfruttare la popolarità (residua) e le relazioni (solide) per diventare un personaggio tv e, in automatico, un ex politico.

Senza scordare – ricorda Huffington Post – che il Ragazzo il mezzo televisivo lo conosce fin da giovanissimo, da quando partecipò – grazie alla raccomandazione di un suo parente amico di Silvio Berlusconi – da concorrente alla Ruota della Fortuna di Mike Bongiorno su Canale 5. Vinse un po’ di milioni di lire