Ricerca pediatrica, Rotary Club di Roma, Vicenza e Padova uniti online per la Fondazione Città della Speranza

Ricerca pediatrica, Rotary Club di Roma, Vicenza e Padova uniti online per la Fondazione Città della Speranza

14 Dicembre 2020 0 Di Luca Tatarelli

Gemellaggio ideale fra tre Rotary Club italiani a sostegno di Fondazione Città della Speranza e della ricerca pediatrica: Roma Sud, Padova Euganea e Schio Thiene.

Carabinieri: I Rotary Club di Roma, Vicenza e Padova riuniti online per la Fondazione Città della Speranza a sostegno della ricerca pediatrica

Un momento della conferenza on line

Padova. Un gemellaggio ideale fra tre Rotary Club italiani per conoscere e diffondere il messaggio di Fondazione Città della Speranza a sostegno della ricerca pediatrica.

Ieri sera ben 70 persone erano riunite online per l’incontro organizzato dal Rotary Club Roma Sud, presieduto dal Generale di Corpo d’Armata dei Carabinieri (Aus) Sabino Cavaliere, con la collaborazione dei Rotary Club Padova Euganea e Schio Thiene, guidati rispettivamente da Carlo Riccardo Rossi e Giuseppe Fortuna.

Alla serata sono intervenuti, tra gli altri, il fondatore di Città della Speranza, Franco Masello, e la professoressa Alessandra Biffi, direttrice della Clinica di Oncoematologia Pediatrica di Padova.

Il primo ha raccontato la storia della Fondazione, sottolineando il suo carattere fatto di chiarezza e trasparenza, nonché lo sguardo costantemente rivolto ai bambini malati e alla ricerca scientifica perché questa possa arrivare a guarirli.

A tal fine, ha ricordato il lavoro svolto dall’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza, il più grande polo di ricerca europeo in questo ambito.

Inoltre ha evidenziato quanto sia importante testimoniare il bene e la generosità che si fa, anche da parte del mondo imprenditoriale, affinché questo possa essere di esempio per altri.

La seconda, invece, si è focalizzata sul lavoro svolto dalla Clinica patavina sul fronte della diagnostica avanzata di leucemie, linfomi e sarcomi pediatrici, di cui il centro è riferimento nazionale per tutti i bambini in Italia o provenienti dall’estero, grazie all’impegno economico assunto da Città della Speranza.

“Possiamo davvero fare la differenza nella ricerca e nella cura dei pazienti se c’è connubio tra risorse, competenze e determinazione”, ha sostenuto.

A rappresentare quanto si può fare per Città della Speranza sul piano del volontariato è stato il Generale di Corpo d’Armata (Aus) Carmine Adinolfi che ha illustrato due recenti iniziative da lui stesso messe a punto il “Calendario di nonno Adi 2021” e il libro “Storie del Capitano Filonida”.

Le copie del primo si possono prenotare sul sito della Fondazione, mentre per il secondo è disponibile sul sito di Rogiosi Editore.

In entrambi i casi, i proventi saranno interamente devoluti alla ricerca sulle patologie tumorali pediatriche.

Tra i presenti vi erano anche Roberto Spezzapria della Melegatti, che ha reso possibile il coinvolgimento del club altovicentino, Gennaro Contardi, presidente del Rotary Club Roma Capitale, il Generale Carlo Felice Corsetti, past president del Rotary Club Roma Nord Est, e il Generale Pietro Dimase, presidente eletto del Rotary Club Roma Parioli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L’articolo Carabinieri: I Rotary Club di Roma, Vicenza e Padova riuniti online per la Fondazione Città della Speranza a sostegno della ricerca pediatrica proviene da Report Difesa.