Rock, jazz, classica e pop: concerto per concerto, gli appuntamenti di maggio

Rock, jazz, classica e pop: concerto per concerto, gli appuntamenti di maggio

29 Aprile 2018 0 Di Pietro Nigro

Concertone del 1 maggio, tour di addio per Elio e le storie tese, fine stagione per il Teatro Filarmonico e ritorno dei Tears for Fears in Italia: ecco concerto per concerto le date da non perdere a maggio.

1 maggio, torna il concertone di Roma

Ermal MetaIl mese di maggio comincia alla grande con il consueto Concerto del 1 maggio organizzato da Cgil, Cisl e Uil. Tanti anche quest’anno i nomi che dalle 15 alle 24 affolleranno ll palco di piazza San Giovanni e che potremo vedere nella consueta diretta televisiva Rai. Tra gli altri artisti, presentati di volta in volta da Ambra Angiolini e Lodo Guenzi, Ermal Meta (nella foto), che presenterà in anteprima televisiva parte dei brani inclusi nel nuovo album “Non Abbiamo Armi”. E poi Fatboy Slim, Max Gazzè & Form, Carmen Consoli, Sfera Ebbasta, Lo Stato sociale, Cosmo, Le Vibrazioni, Calibro 35, I Ministri, The Zen Circus, Canova, Gemitaiz, Ultimo, Nitro, Achille Lauro e Boss Doms Gazzelle, Francesca Michielin, Frah Quintale, Maria Antonietta, Galeffi, Mirkoeilcane, John De Leo, Willie Peyote, Wrongonyou, Dardust ft. Joan Thiele. A questi nomi si aggiungono: i vincitori del Contest 1m Next Erio, La Municipal e Zuin; il cantautore toscano di origine partenopee Esposito, scelto tra i Vincitori dell’ultima edizione di Area Sanremo; Braschi, vincitore del contest dell’app iLiveMusic; Giorgio Baldari, trionfatore del contest musicale per la Sicurezza Stradale #buonmotivo; la band alternative-pop londinese Indigo Face, che ha trionfato alla finale del contest europeo 1MEurope 2018 che si è svolta al Cargo2 di Londra.

 

E il 1 maggio Giornata Unesco per International Jazz Day

E il 1 maggio, in occasione dell’International Jazz Day voluto dall’Unesco per celebrare un amusica simbolo di dialogo e tolleranza, che si svolge dal 2012 in contemporanea in tutto il mondo, si terranno diversi eventi musicali in dieci regioni e 19 location italiane tutte patrimonio dell’Umanità. Unesco in Musica si svolgerà da sabato 28 aprile a martedì 1 maggio, in Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Puglia, Sicilia, Sardegna e Campania. Il progetto è coordinato a livello nazionale dall’associazione I-Jazz, che raccoglie alcuni dei più noti e seguiti festival jazz italiani, col supporto del Mibact – Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, in collaborazione con l’Associazione Italiana Giovani per l’Unesco, la Federazione Nazionale Il Jazz Italiano, l’Istituto Italiano di Cultura a Parigi, il Comune di Pomigliano d’Arco, la Reggia di Caserta e l’Associazione Spazio Musica. Tra i luoghi della grande bellezza italiana che si prestano ad accogliere un calendario ricco di appuntamenti, concerti, degustazioni di prodotti locali e visite guidate, a cura dei volontari di Unesco Giovani, ci sono oltre alla Reggia di Caserta, anche il Sacro Monte di Varallo Sesia, il Castello Reale di Moncalieri, il Parco delle Incisioni Rupestri di Luine in Val Camonica, l’Orto Botanico a Padova, il centro storico di Urbino, Castel del Monte nelle Murge, il Nuraghe di Tanca Manna a Nuoro, il sito archeologico di Barumini Su Nuraxi nel sud della Sardegna, Alghero e il suo centro storico, le isole di Asinara e Tavolara, le Ville Medicee attorno a Firenze, il Palazzo Platamone o della Cultura a Catania, il Teatro Farnese e l’Abbazia di Valserena a Parma.

 

Elio e le storie tese, arriva il tour di addio

Tra gli eventi musicali del mese di maggio, certamente il tour di addio di Elio e le storie tese, tour deciso per raggiungere tutti i fan che non sono riusciti a partecipare al clamoroso sold out del Concerto d’Addio che si è svolto a Milano a dicembre. Queste le date del Tour d’Addio (prodotto e organizzato da F&P Group, in collaborazione con Hukapan): si comincia il 3 maggio al Pala Alpitour di Torino, si prosegue il 5 maggio al Nelson Mandela Forum di Firenze, ancora 8 maggio all’RDS Stadium di Genova, il 10 all’Unipol Arena di Bologna, il 12 al Pala Lottomatica di Roma, il 14 al Palapartenope di Napoli, il 17 al Pal’Art Hotel di Acireale (Catania), il 19 maggio al Pala Florio di Bari e il 23 all’RDS Stadium di Rimini. Elio e le storie tese ha accettato di programmare questo tour a beneficio di tutti i fan, ma solo “a scadenza”: il Tour d’Addio, infatti, va consumato entro e non oltre il 30 giugno 2018. E chi ha già in tasca il biglietto del famoso concerto del Mediolanum Forum di Assago potrà riutilizzarlo e per ascoltare gli EelST quando il Tour passerà nella propria città. Si conclude così la carriera di Elio e le storie tese, dopo 37 anni di successi, hit radiofoniche provocatorie e tour imprevedibili. Anche se resta il dubbio che la band si sciolga effettivamente, dubbio alimentato dalle voci che si inseguono tra i fan e gli addetti ai lavori ma che gli interessati smentiscono. “”Gli Elio e le Storie Tese si sciolgono veramente? Sì. Non ci hanno ripensato neppure dopo la grande dimostrazione di affetto e interesse nei loro confronti suscitata dalla notizia del loro scioglimento. Hanno davvero deciso di sciogliersi».

Tour dei Decibel, tappe a Piacenza, Roma e Milano

E anche a maggio tornano a girare l’Italia i Decibel, storica band punk italiana fondata da Enrico Ruggeri che si è appena riunita. Il Tour, denominato L’Anticristo, ha esordito a Pisa al Teatro Verdi, il 26 aprile. Tre le tappe di maggio dei tre signori del punk-rock italiano, Enrico Ruggeri, Silvio Capeccia e Fulvio Muzio: il 5 al teatro comunale di Vicenza, il 15 a Roma al Parco della Musica e il 20 al Teatro Nazionale di Milano. I Decibel, che tanto successo hanno riscosso negli anni Ottanta fino a parteciapre al Festival di Sanremo con Contessa, si sono separati varie volte, con Ruggeri che ha sviluppato una importante carriera solista e gli altri due che sono rimasti sempre al fianco della musica, con due album al loro attivo e vari lavori tra musica ambient e musicoterapia. Dicembre 2016 è stato il mese della nuova reunion, che a marzo ha prodotto il disco Noblesse Oblige prima di riportare il trio a Sanremo e di nuovo in sala di incisione con un nuovo disco di inediti, L’Anticristo appunto, con cui ora girano, applauditissimi, nei maggiori teatri italiani, dove girano accompagnati da Paolo Zanetti (chitarre), Fortu Sacka (basso) e Alex Polifrone (batteria).

 

Il 3 maggio al via anche il tour di Red Canzian

Il 3 maggio prende il via anche il nuovo tour di Red Canzian, storico fondatore de Pooh che ha appena pubblicato il nuovo album Testimone del tempo insieme ad un singolo e a un video, oltre che a uno speciale 45 giri con doppio lato A “L’Impossibile”/”La notte è un’alba” in edizione limitata e numerata a 1000 copie contenente un originale vinile di colore giallo. Il tour vede sul palco oltre a Red Canzian, Chiara Canzian (vocalist, armonica e percussioni), Phil Mer (batteria, percussioni, piano e direzione musicale), Daniel Bestonzo (pianoforte, tastiere, fisarmonica), Alberto Milani (chitarre elettriche) e Ivan Geronazzo (chitarra elettrica, chitarra acustica e mandola). In oltre due ore di concerto, tutta la musica che ha accompagnato la sua vita, in un viaggio che inizia dagli anni Cinquanta con il rock ‘n roll, per passare poi al beat, al prog, alla grande canzone d’autore, ai Pooh, e alle sue stesse canzoni. Queste tutte le date del tour, prodotto e organizzato da F&P Group:

  • 4 maggio – Gran Teatro Geox di PADOVA
  • 5 maggio – Gran Teatro Morato di BRESCIA
  • 7 maggio – Teatro Nuovo Giovanni da Udine di UDINE
  • 9 maggio – Teatro Creberg di BERGAMO
  • 12 maggio – Teatro Colosseo di TORINO
  • 13 maggio – Teatro Openjobmetis di VARESE
  • 16 maggio – Teatro Augusteo di NAPOLI
  • 18 maggio – Teatro Verdi di FIRENZE
  • 19 maggio – Teatro Lyrick di ASSISI
  • 20 maggio – Auditorium Parco della Musica di ROMA
  • 22 maggio – Teatro Metropolitan di CATANIA
  • 23 maggio – Teatro Golden di PALERMO
  • 25 maggio – Teatro Team di BARI
  • 27 maggio – Teatro degli Arcimboldi di MILANO

 

Wrongonyou prosegue il tour italiano

Wrongonyou, il cantautore romano che ha firmato con Maurizio Filardo la colonna sonora del nuovo film di Alessandro Gassmann “Il Premio”, in cui è anche attore, dopo la partecipazione al concerto del 1 maggio prosegue con altre date il suo tour italiano. Il cantautore, che ha conquistato il palco del Primavera Sound di Barcellona e dell’Home Festival di Treviso, nonché del SXSW 2018 (South by Southwest festival di Austin a marzo in Texas, sarà il 5 maggio al Bookique di Trento e il 26 maggio all’Ap Festival alla Chiesa di S.Pietro in Castello di Ascoli Piceno.

 

8 maggio, Andrea Mingardi in concerto

Torna Andrea Mingardi, che ha appena portato in radio e in digitale “Ci vuole un po’ di Rock’n’Roll”, primo singolo del nuovo album appena pubblicato dal titolo “Ho visto cose che…” (uscito dodici anni dopo del precedente). L’artista, che è presente anche in “Maeba”, il nuovo disco di Mina, sarà martedì 8 maggio al concerto di presentazione del suo nuovo album, in programma al Teatro Il Celebrazioni di Bologna.

 

Filarmonico di Verona, dal 20 nuovo allestimento della Salomè

Opera, dal 20 al 27 maggio torna la Salome di Richard Strauss, ultimo titolo della Stagione Lirica 2017-2018 al Teatro Filarmonico di Verona, che andrà in scena in un nuovo allestimento della Fondazione Arena di Verona. Sul palcoscenico del Filarmonico, dopo un’assenza di ben 18 anni, con la regia di Marina Bianchi, le scene di Michele Olcese, i costumi di Giada Masi, i movimenti mimici di Riccardo Meneghini e le luci di Paolo Mazzon. Sul podio si conferma Michael Balke, tra i più giovani e affermati direttori specialisti del repertorio tedesco, mentre il cast vocale è composto da Nadja Michael (20, 24, 27/05) e Madina Karbeli (22/05) nel ruolo del titolo, Anna Maria Chiuri in Erodiade, Kor-Jan Dusseljee in Erode, Fredrik Zetterström in Jochanaan ed Enrico Casari in Narraboth. Completano: Belén Elvira come Paggio di Erodiade; Nicola Pamio, Pietro Picone, Giovanni Maria Palmia, Paolo Antognetti e Oliver Pürckhauer nei Cinque Giudei; Romano Dal Zovo e Stefano Consolini nei Due Nazareni; Costantino Finucci e Gianfranco Montresor per i Due Soldati, mentre Alessandro Abis è un Uomo della Cappadocia e Cristiano Olivieri uno Schiavo.

 

Il 18, 19 e 20 il Piano City Milano

E Piano City Milano 2018 cresce e si rinnova come la città che lo ispira. L’edizione di quest’anno, inprogramma a Milano dal 18 al 20 maggio, prevede 50 ore di musica e 470 concerti, confermando la ricchezza e la qualità dell’offerta musicale, coinvolgendo i luoghi storici del festival e spazi sempre nuovi. La mappa dei concerti consentirà agli spettatori di conoscere i tanti quartieri che compongono l’anima corale della città, o di lasciarsi guidare dai tanti generi musicali che per tre giorni trasformano Milano in una grande sala da concerto. Informazioni, programma completo al link www.pianocitymilano.it.

 

Teatro Filarmonico di Verona, si conclude la stagione sinfonica

Si avvia a conclusione nel mese di maggio la stagione sinfonica organizzata dalla Fondazione Arena di Verona nel Teatro Filarmonico. Venerdì 25 e sabato 26 maggio, al Teatro Filarmonico, l’appuntamento che saluta il pubblico in attesa dell’inizio del tradizionale Festival estivo all’Arena di Verona. Torna alla guida dell’orchestra un giovane direttore che si sta prepotentemente affermando nelle migliori platee internazionali, Alpesh Chauhan per un appuntamento imperdibile: nella prima parte per la prima volta il solista russo Arcadi Volodos, tra i pianisti più importanti al mondo, impegnato nel monumentale Concerto per pianoforte ed orchestra n. 3 in do minore op. 37 di Beethoven. Nella seconda parte la Sinfonia n. 5 op. 50 di Carl Nielsen sarà invece un’occasione preziosa per poter ascoltare l’esecuzione di una partitura tanto complessa quanto affascinante e raramente eseguita: degna conclusione di una Stagione di primissimo livello. I concerti sinfonici al Teatro Filarmonico avranno inizio il venerdì alle ore 20 e il sabato alle ore 17. Per la Stagione Sinfonica 2018 sono rimasti invariati i prezzi degli abbonamenti (da € 34,00 a € 84,00) e dei biglietti per i singoli concerti al Teatro Filarmonico (da € 10,00 a € 24,00).

 

Il 23 maggio l’atteso concerto dei Tears for Fears

E si terrà il 23 maggio, al Mediolanum Forum di Assago (Milano), l’attesissimo concerto dei Tears for Fears, unica tappa italiana e concerto del grande ritorno, perché quella che è stata una delle più amate band degli anni Ottanta e Novanta manca dal Belpaese da più di un decennio. I Tears for Fears hanno sempre avuto un rapporto speciale con il nostro Paese, conquistato con hits storiche come “Shout”, “Sowing The Seeds of Love” and “Everybody Wants to Rule The World”. Ed è proprio “Rule The World” il titolo sia del Greatest Hits, che segna il ritorno discografico dei Tears For Fears dopo 13 anni, che del tour che riporterà Roland Orzabal (voce, chitarra, tastiera) e Curt Smith (voce, basso e tastiera) sul palco milanese per il loro unico appuntamento Italiano. Un concerto da non perdere per riascoltare dal vivo tutti i successi di una band dallo stile inconfondibile che è già nella storia della musica pop.

 

Lorenzo Jovanotti Tour, le date di maggio

Prosegue in tutta Italia il grande tour 2018 di Lorenzo Jovanotti partito il 12 febbraio a seguito dell’ultimo disco dell’artista, prodotto da Rick Rubin (per la prima volta al lavoro con un artista italiano) e messo in vendita a dicembre 2017 da Universal Music.

Il tour punta a replicare il successo del tour negli stadi del 2015 e quello nei palasport nel 2016. Il tour 2018 di Jovanotti prevede decine di date multiple in ogni città da febbraio a giugno e ha un impianto del tutto innovativo, curato dall’artista insieme a Trident. Inoltre, la Jova Tv seguirà tutte le fasi del nuovo progetto artistico, mentre Radio Italia, la prima radio a dare il microfono a Jovanotti 25 anni fa, sarà la radio ufficiale del tour.
Ecco tutte le date italiane di questo mese: 8, 9 Pala Art Hotel di Acireale, 15, 16, 18, 19, 21, 22 Arena di Verona, 25 e 26 Palasele di Eboli.