Rotary, delegazione in udienza dal Papa

Rotary, delegazione in udienza dal Papa

01 Maggio 2016 0 Di Pietro Nigro

Una delegazione di circa 9mila membri del Rotary sono stati ricevuti da Papa Francesco in Vaticano. Il Pontefice ha ringraziato i club per lo sforzo profuso per estirpare la polio ed ha chiesto di continuare le campagne di vaccinazione.

Rotary club in udienza da Papa Francesco

Su invito di Papa Francesco, una delegazione di circa 9mila membri del Rotary ha partecipato il 30 aprile scorso alla speciale udienza giubilare in Piazza San Pietro a Roma. Al termine dell’udienza, una delegazione di rotariani, guidati dal presidente del Rotary International K. R. Kavindran, sono stati ricevuti dal Pontefice, che ha espresso apprezzamento per l’impegno profuso dai club nelle campagne di vaccinazione antipolio, attività segnalata dal Papa come meritoria, e fondamentale per contrastare la diffusione della malattia.

Un raccordo tra la Santa Sede e i Rotary a favore della pace era stato già stabilito a suo tempo da Paolo IV e rinnovato da Giovanni Paolo II, e viene ora confermato da Papa Francesco.

E ‘un grande onore partecipare a questo Giubileo pubblico – ha detto RavindranPapa Francesco ha ispirato uomini e donne in tutto il mondo, a prescindere dalla loro fede,  – con i suoi umili atti di gentilezza. E il suo appello per alleviare le cause della povertà estrema e della sofferenza umana trascendono la religione, l’età, la nazione e la politica. E i rotariani di ogni religione, appartenenza nazionale e credo condividono lo spirito di misericordia e compassione di Papa Francesco, che ci ispira ad agire con coraggio per affrontare le sfide più difficili che ci presenta il nostro mondo di oggi”.

I club Rotary, che contano 1,2 milioni di soci e 122 mila club, sostengono diverse iniziative in tutto il mondo per la promozione della pace, la lotta contro le malattie, in particolare per sradicare la polio, la fornitura di acqua pulita e servizi igienici, il supporto alle attività educative e scolastiche, il soccorso di donne e bambini e il sostegno delle economie locali.

In particolare, per la lotta alla polio, il Rotary e i suoi partner nella Global Polio Eradication Initiative sono prossimi ad ottenere un risultato storico, dal momento che la polio potrebbe essere la second malattia ad essere completamente eliminata. Con il vaccino, i casi di poliomelite paralizzante sono letteralmente crollati del 99,9 per cento, secondo i dati in possesso del Rotary club, passando da circa 350 mila casi l’anno nel 1988 a 74 casi accertati nel 2015.

Dal lancio del suo programma PolioPlus, nel 1985, il Rotary ha donato in totale 1,5 miliardi di dollari e innumerevoli ore di volontariato a favore di 2,5 miliardi di bambini in 122 paesi. Più di 13 milioni di persone, che altrimenti sarebbero completamente paralizzate dalla poliomelite, sono oggi in grado di camminare tranquillamente.

 

E lo stesso papa Francesco, lo scorso mese di febbraio, ha personalmente vaccinato un bambino durante la sua visita in Messico, e quando era arcivescovo di Buenos Aires, in Argentina, Jorge Mario Bergoglio è stato nominato socio onorario del Rotary ed è probabilmente il primo Papa di cui si sappia che abbia accettato di diventare socio del Rotary club.