Roy Paci, tour italiano per presentare Valelapena

Roy Paci, tour italiano per presentare Valelapena

17 Dicembre 2017 0 Di Redazione In24

Prosegue il tour nei club italiani di Roy Paci & Aretuska, che presentano il loro ultimo album Valelapena.

Roy Paci & Aretuska in tour con Valelapena

Prosegue in tutta Italia il club tour con cui Roy Paci & Aretuska presentano il loro ultimo album di inediti Valelapena, appena pubblicato da Etnagigante/ArtistFirst. Prossima tappa, il 21 dicembre, all’Auditorium Popolare di Cosenza.

La dimensione del live è senza dubbio quella in cui la band dà il meglio di sé, lo testimonia la loro lunga carriera e le numerose partecipazioni in prestigiosi festival di tutto il mondo, e anche durante questo tour è grandissima l’energia che coinvolge il pubblico.

Valelapena è un album profondamente rinnovato nei suoni, che mantiene alta la tensione tra musica e parole e che rivela un Roy Paci più maturo, sia nello sperimentare nuovi modi di usare la voce, sia nel rinnovare il suono di una band che nasce fortemente radicata negli anni Novanta e che non ha mai smesso di evolversi musicalmente. Il disco è stato anticipato in radio dai singoli Tira e Revolution, il brano pubblicato con questo video:

Il grande mutamento di sonorità registrato con l’album Valelapena, trova riscontro proprio nei live in cui vengono proposti sia i brani del nuovo disco sia le canzoni del loro repertorio riarrangiate per l’occasione con maggiori dosi di sound elettronico.

«Quando stavamo lavorando al disco ci siamo domandati spesso in che modo saremmo riusciti a portarlo sul palco, la resa dal vivo di un lavoro come Valelapena è senza dubbio una sfida, ma è una sfida stimolante. Non vediamo l’ora di incontrare il pubblico che potrà assistere a un live rinnovato nei suoni, in linea con la nuova fatica discografica, ma sempre fedele a quei principi che hanno contraddistinto la nostra carriera: alta qualità musicale, impatto sonoro identitario e tanto divertimento, sopra e sotto il palco»

Dopo aver suonato il 17 novembre al Druso di Ranica (Bergamo), il 18 al Campus music industry di Parma, il 23 al Magnolia di Segrate (Milano), il 30 all’Hiroschima Mon Amour di Torino, il 2 dicembre al Faq di Grosseto e il 7 alla Latteria Molly di Brescia, la band si esibirà ora il 21 dicembre all’Auditorium popolare di Cosenza, il 22 al Candelai di Palermo, il 23 al Land di Catania e infine all’Epifania al Monk di Roma.

 

Roy Paci & Aretuska, vent’anni di ska mediterraneo

Nato nel 1997, dalla mente vulcanica di Roy Paci, il progetto Aretuska inizia a muovere i suoi passi con un repertorio strumentale composto da cover di gruppi storici della scena ska e rocksteady, affiancate ai più conosciuti standard jazz.

È del 2001 il loro primo album “Baciamo le mani” che pone le basi per un sound che la band esporterà in tutta Italia e nel resto del mondo, e vede Roy Paci per la prima volta ricoprire il ruolo di crooner. Un potente mix di rocksteady, ska, soul, funk e melodie mediterranee, che in venti anni di attività e sei album, arriva a toccare le vette di “SuoNoGlobal” – l’album dal quale è stato estratto il singolo “Toda Joia Toda Beleza” con la partecipazione di Manu Chao – riuscendo a non perdere mai di vista la tradizione, senza rinunciare a un continuo rinnovamento.

Roy Paci & Aretuska vantano un’intensa attività live che non conosce confini e che negli anni porta la band a esibirsi con successo su piazze internazionali e palchi importantissimi come il Womad Reading Festival, il Sziget Festival in Ungheria e il Blue Frog Festival di Mumbay. Sono protagonisti anche di svariate partecipazioni a programmi televisivi, da Stasera pago io (Fiorello – Rai1) a Markette (Piero Chiambretti – La7). Nel 2006 entrano come band ufficiale nel cast della trasmissione “Zelig”, in onda su Canale 5, di cui Roy Paci è anche direttore musicale. I brani “Viva La Vida”, “Toda Joia Toda Beleza” e “Defendemos La Alegria” saranno la sigla dei tre anni di partecipazione al programma.

Dal 2011 al 2014, la band continua a calcare i palchi delle piazze italiane e dei festival europei, il sound viene rinnovato e impreziosito grazie all’introduzione dell’elettronica, a consolidare la potenza sempre espressa durante i live. Pochissimi gruppi italiani possono vantare tour così articolati e capillari e performance che riscuotono, non solo negli aficionados, sempre grandi entusiasmi.