Salvini accolto al Colle da corazziere nero. Provocazione di Mattarella?

Salvini accolto al Colle da corazziere nero. Provocazione di Mattarella?

24 Gennaio 2019 0 Di Marino Marquardt
Il gioco degli equivoci tra farsa, lapsus e beffa.

Di Maio confonde Unesco e Unicef. E a Lino Banfi va la destinazione sbagliata…

Quando la politica sfiora la farsa… Un lapsus, quello di Luigi Di Maio nell’indicare Lino Banfi nella Commissione Unesco. Uno scambio di sigle e la frittata è fatta. Nonno Libero – riferisce Dagospia – in realtà era destinato all’Unicef. Ma lo scambio di nomi in un mondo dominato dalle sigle i cui significati sono ai più sconosciuti ha generato il conseguente casino e ha fatto scomodare e sbizzarrire politici e Grandi e Piccoli Opinionisti.  La Missione dell’Unicef – come è noto – è quella di costruire la pace attraverso la cooperazione internazionale nel campo dell’istruzione, delle scienze, della cultura e dell’assistenza all’infanzia. Una realtà su misura per l’attore già impegnato al fianco dei bambini dei Paesi sottosviluppati. Ma l’ex bibitaro – scrive Dagospia – ha confuso fischi per fiaschi…

Un marcantonio nero riceve Salvini

 
Dalla farsa alla beffa. Una beffa più che un farsesco equivoco quella di cui è apparso destinatario il filantropo leader della Lega nonché Ministro dell’Interno Matteo Salvini. Recatosi al Quirinale in occasione della Giornata della Memoria ha trovato ad accoglierlo un corazziere nero. Un marcantonio originario del Brasile alto i metro e 97 da tre anni nel reparto che esordì nel giugno 2017.
“Il corazziere giusto al momento giusto” è stato sarcasticamente commentato.
Che il Presidente Sergio Mattarella abbia voluto divertirsi?
24/01/2019   h.18.50