Contenuto Pubblicitario
Salvini al Viminale? Mela avvelenata per Meloni. Bonaccini leader del Pd? Fungo velenoso per la Sinistra. M5s progressista? Occasione ghiotta per Conte

Salvini al Viminale? Mela avvelenata per Meloni. Bonaccini leader del Pd? Fungo velenoso per la Sinistra. M5s progressista? Occasione ghiotta per Conte

07 Ottobre 2022 0 Di Marino Marquardt

Scrivendo Sopra le Righe in segno di esclusiva appartenenza ai propri Pensieri Sgarrupati…

Matteo Salvini al Viminale? Non scherziamo, per favore. Imputato da ex Ministro dell’Interno per Sequestro di Persone e amico di Vladimir Putin (il Criminale Russo contro il quale l’Italia è in guerra), le credenziali del Capo Politico e Religioso della Lega sono pessime. Per Uno come Lui, inutile dire, la via verso il Ministero dell’Interno dovrebbe essere insomma sbarrata. E ciò per una Questione di Opportunità Politica, per una Questione di Serietà, per una Questione di Igiene Morale e Intellettuale. Detto ciò Giorgia faccia Giorgia, rifiuti la Mela Avvelenata e spedisca al Mittente la Proposta Indecente di Salvini e dei Suoi Signorsì.

Mela avvelenata per Giorgia Meloni lungo la strada verso Palazzo Chigi; funghi velenosi attorno al Nazareno. Le Autocandidature per la Segreteria del Pd intossicano l’ambiente e rendono del tutto inutili le parole di Enrico Letta pronunciate ieri durante la Direzione del Partito. Stefano Bonaccini, il Governatore dell’Emilia Romagna, è considerato il maggior favorito nella corsa alla Leadership.

Renziano della prima ora, Bonaccini finirebbe col fare da passepartout per il rientro del ben remunerato Intrattenitore di Sceicchi, Matteo Renzi.

Con Italia Viva in disarmo, per l’ex Capo Scout il ritorno nel Pd potrebbe rappresentare una ghiotta occasione per rientrare nei Giochi che contano. Un rientro insperato dopo aver rischiato l’estinzione nella recente tornata elettorale e dopo essere politicamente sopravvissuto grazie al salvataggio operato dal Pachiochero (Fessacchiotto per i non Napoletani ndr) Capo di Azione, quel Carlo Calenda apprezzato dalla Roma Bene.

Detto ciò e tradotto per il Volgo, l’elezione di Bonaccini alla Segreteria del Pd rappresenterebbe il colpo di grazia per ciò che resta della Sinistra Interna del Partito.

Spes Ultima Dea, sospiravano i Romani… Ed ecco l’ultimo Treno per Quanti si ritengono portatori di Valori Progressisti e di Sinistra. A Costoro non resterebbe che orientarsi verso il Partito di Giuseppe Conte, verso quel M5s ormai depurato dalle influenze destrorse e dalla dannosa presenza di Luigi di Maio. Roberto Fico – libero da Impegni Istituzionali – potrebbe validamente affiancare Conte nel nuovo percorso dei Cinquestelle. Un tracciato ancora in via di definizione che potrebbe portare il M5s a una convergenza con le Anime disperse della Sinistra e alla conseguente Leadership di un’Area Progressista Contemporanea tutta ancora da connotare. Una occasione indubbiamente ghiotta per l’Avvocato del Popolo…

P.S: “Sopra le Righe” è uno spazio che offre a chi scrive il privilegio di potersi esprimere in prima persona su fatti non necessariamente legati alla quotidianità. Uno spazio eretico in cui le opinioni del sottoscritto talvolta non appariranno coerenti con la linea editoriale. Voltaire docet…

Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola gratificata dalla maiuscola. La maiuscola – insomma – funge da sottolineatura. Chiedo venia a Quelli della Crusca… My Way, a Modo mio, insomma. Come cantava Frank Sinatra…

07/10/2022 h.07.45

Contenuto Pubblicitario
Banner Istituzionale Italpress 666x82