Salvini va al Congresso della Lega con il presepe tra le mani. Prova ad ingraziarsi Quelli della Grotta…

Salvini va al Congresso della Lega con il presepe tra le mani. Prova ad ingraziarsi Quelli della Grotta…

21 Dicembre 2019 0 Di Marino Marquardt

Chissà cosa gli hanno dato… , verrebbe da pensare vedendolo arrivare nella Sede del Congresso della Lega e sentendolo parlare.

Si è presentato con un Presepe in mano e con un corredo delirante di argomentazioni.

Punta a fare spettacolo, a far parlare di sé il Leader della Lega, Matteo Salvini. Un po’ per protagonismo un po’ per sdrammatizzare i guai giudiziari che minacciano di travolgere la sua carriera politica.

“Oggi è l’inizio di un bellissimo percorso, è il battesimo di un Movimento che ha l’ambizione di rilanciare l’Italia nel Mondo”.

Esordisce sparandola grossa l’ex Ministro dell’Interno durante il teatrale arrivo nell’Hotel Da Vinci col presepe in mano (“dono di un artista campano”, spiega) per dare il via al Congresso straordinario che darà vita alla nuova Lega made by Salvini.

La principale novità dell’operazione di restyling sarà rappresentata dalla possibilità per gli iscritti di avere la doppia tessera. Per i militanti sarà così abolita l’incompatibilità con l’iscrizione o l’adesione “a qualsiasi altro Partito o Movimento politico”. Finora gli iscritti alla Lega Nord in linea teorica non potevano iscriversi alla nuova Lega. Bossi manterrà la carica di Presidente Federale a vita e nell’articolo 1 dello Statuto sarà mantenuta la parola “Padania”. Nessun cambio è previsto per il simbolo con Alberto da Giussano né per la Sede, che resterà a Milano, in via Bellerio. Non sarà automatico, inoltre, l’azzeramento delle altre cariche, compresa quella di Segretario federale oggi ricoperta da Salvini. Il nodo sarà affrontato fuori dal Congresso con un consiglio federale straordinario.

La minoranza interna non ha partecipato al congresso perché – come ha fatto sapere nei giorni scorsi Gianni Fava“è inutile legittimare un percorso che non ha garantito la benché minima possibilità di dibattito”.

Un rito abbreviato tra Intimi e Lacché del Capo nell’occasione tornato in mise sportiva nonostante la cerimonia riguardasse la conversione e il battesimo della Nuova Lega Nazionale targata Salvini…

Ps. Avviso agli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dalla scrittura corrente sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola. Amen!

21/12/2019  h.14.00