Sardine a Bologna. Dalla Piazza 40mila No a Matteo Salvini. Prossimo incontro col premier Conte

Sardine a Bologna. Dalla Piazza 40mila No a Matteo Salvini. Prossimo incontro col premier Conte

19 Gennaio 2020 0 Di Marino Marquardt

In 40mila si ritrovano in Piazza con la regola ormai ben radicata: nessuna violenza, nessun insulto, nessuna bandiera. E con l’imperativo categorico di arginare la Lega di Matteo Salvini. Le Sardine si dicono pronte a nuotare in mare aperto. Dalle tre del pomeriggio a oltranza. Sei ore di musica, parole e luci. Sei ore di umanità gentile e sorridente. Sei ore per spiegare cosa significa essere Sardine. E per confrontarsi. Sei ore durante le quali è stata data voce a chi racconta, canta, legge, balla.

Sullo sfondo l’endorsment per il Governatore uscente dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini, il No deciso a Matteo Salvini, il prossimo incontro col Premier Giuseppe Conte, la neccessità di decidere cosa fare da grandi.

Cresciuto rapidamente, il Movimento potrebbe infatti svaporare altrettanto rapidamente in assenza di una struttura che ne certifichi l’esistenza. Il Movimento oggi è come un attraente ectoplasma. Ed è fragile, può svanire come tutti gli ectoplasmi. Ma per crescere strutturalmente è soltanto una questione di tempo, la strada ormai è tracciata

Domani, intanto, le Sardine avranno un incontro con i cittadini di Bibbiano per decidere se dar vita alla manifestazione programmata per giovedì in occasione del comizio di Salvini. La Piazza prenotata per tempo – come è noto – è stata destinata successivamente alla Lega sulla base delle vigenti Disposizioni di Legge in materia elettorale. Alle Sardine la Questura ha riservato un altro spazio del Comune. Domani la decisione se confermare o no la manifestazione.

Ps. Avviso agli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dalla scrittura corrente sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola.

19/01/2020  h.18.00