Sciopero della sanità, camici bianchi soddisfatti dell’incontro con De Luca

Sciopero della sanità, camici bianchi soddisfatti dell’incontro con De Luca

23 Novembre 2018 0 Di Redazione In24

Sciopero della sanità, a Napoli i sindacati dei camici bianchi incontrano il Governatore De Luca.”Soddisfatti dell’aperta dimostrata da De Luca”.

Sciopero della Sanità, a Napoli i camici bianchi incontrano De Luca

Incontro soddisfacente quello avvenuto questa mattina a Napoli tra i camici bianchi della Campania in sciopero e il Governatore della Campania Vincenzo De Luca.

“Siamo soddisfatti per l’apertura dimostrata dal governatore De Luca”, hanno detto al termine dell’incontro i rappresentanti dell’Intersindacale della Dirigenza Medica Veterinaria e Sanitaria che hanno incontrato il governatore a Santa Lucia, sede della Giunta regionale.

L’incontro è arrivato al culmine del sit organizzato davanti alla sede della Regione dai sindacati che hanno aderito allo sciopero nazionale.

Al sit in del capoluogo campano hanno partecipato circa cento camici bianchi, medici, veterinari e personale sanitario.

All’incontro con il Governatore sui temi della sanità in Campania, i sindacati hanno portato la stessa richiesta che viene avanzata in tutta Italia: in primo luogo un impegno forte sul Tavolo Conferenza Stato Regioni per il rinnovo del contratto nazionale, fermo da ben nove anni.

I sindacati hanno poi chiesto “una forzatura sullo sblocco delle assunzioni di personale sanitario nella sanità pubblica, al fine di compensare,  almeno in parte, l’emorragia di dirigenti medici, sanitari e veterinari che si sta verificando da qualche anno a questa parte e che si accentuerà ulteriormente ove passasse la “quota 100”.

Infine, al Governatore è stato chiesto un “forte intervento per dare sicurezza ai precari che “scadono” il 31 dicembre 2018 e che rischiano di andare a casa. E se questo avvenisse il Servizio sanitario regionale collasserebbe”.

«Vincenzo De Luca – dicono i sindacalisti – nel riferire dell’incontro avuto ieri a Roma ha evidenziato di essere al fianco della categoria in quella che ha definito “una legittima battaglia”, assicurando che per il contratto si prodigherà sul Tavolo della Conferenza Stato Regioni”.

Il Governatorte ha poi rassicurato i rappresentanti sindacali “sull’approvazione del Piano Ospedaliero che ritiene si realizzerà entro dicembre, aprendo così alla stabilizzazione degli altri precari. Anche su questo il governatore ha assicurato che “solleciterà, personalmente, i direttori generali affinché realizzino le procedure di stabilizzazione. Ultimo impegno, quello di procedere ad un ulteriore piano di assunzione di personale al fine di limitare il pensionamento già avuto e che è in itinere».