Home Sport Calcio Scudetto alla Juventus! Sarri saluta il Napoli? La curva della Samp si...

Scudetto alla Juventus! Sarri saluta il Napoli? La curva della Samp si copre di vergogna

La squadra di Allegri pareggia a reti inviolate contro la Roma e blinda il settimo scudetto consecutivo. Al Napoli non basta la bella vittoria di Genova contro la Sampdoria. Gara sospesa per cori razzisti contro i napoletani. Per la zona Champions sarà spareggio tra Lazio e Inter.

Scudetto alla Juventus, applausi al Napoli. La penultima giornata di campionato ha espresso la sentenza definitiva sulla conquista del tricolore. La squadra di Allegri pareggiando contro la Roma (0-0), si aggiudica aritmeticamente il settimo sigillo consecutivo. Partita da “volemose bene” all’Olimpico, dove la divisione della posta in palio ha accontentato tutti. Roma in Champions da terza in classifica e bianconeri al riparo da eventuali, improbabili, ritorni di fiamma del Napoli. Pari e patta e tutti contenti, tranne il Napoli, appunto, che vince a Genova contro la Sampdoria (0-2) e conquista il primato di squadra più divertente e spettacolare del torneo. Consolazione magra per i sostenitori azzurri, che per molti mesi hanno cullato la realizzazione di un sogno e che ora auspicano la permanenza di Sarri in panchina, circostanza tutt’altro che semplice, per poter rinnovare la sfida alla vecchia signora anche il prossimo anno.Il tecnico toscano ha lasciato intendere, a fine gara, che potrebbe lasciare.

La partita del Luigi Ferraris passera agli archivi anche per la vergogna dei cori beceri e razzisti, da parte della curva blucerchiata all’indirizzo dei napoletani, che ha costretto l’arbitro a sospendere la gara per alcuni minuti. È stato necessario l’intervento del presidente Ferrero per riportare un po’ di calma tra gli infervorati tifosi sampdoriani. Una brutta pagina di calcio, non c’è che dire.
Con lo scudetto ormai assegnato, resta appassionante la lotta per la conquista del quarto posto utile per la prossima Champions. L’Inter, sconfitta in casa dal Sassuolo (1-2), può ancora sperare in una qualificazione che sembrava compromessa, dopo la clamorosa battuta d’arresto. La Lazio, infatti, non è andata oltre il 2-2 sul campo del Crotone e adesso tutto si deciderà all’ultima giornata, nello scontro diretto dell’Olimpico, con i nerazzurri costretti alla vittoria e gli uomini di Inzaghi che potranno giocare per due risultati su tre.
In zona retrocessione la bagarre è tra Crotone, Spal (sconfitta a Torino 2-1), Cagliari, che ha vinto a Firenze (0-1), Udinese che ha vinto a Verona (0-1) e Chievo, che ha battuto sempre in trasferta il Bologna per 2-1. Nelle altre partite, pareggio tra Atalanta e Milan (1-1) e vittoria d’orgoglio del Benevento (1-0) contro il Genoa.