Sei a casa al Teatro Filarmonico ripropone la musica nel weekend di Santa Lucia

Sei a casa al Teatro Filarmonico ripropone la musica nel weekend di Santa Lucia

10 Dicembre 2020 0 Di Redazione In24

Verona, fine settimana in musica con Sei a casa al Teatro Filarmonico, iniziativa della Fondazione Arena per il weekend di Santa Lucia.

Sei a casa al Teatro Filarmonico, iniziativa artistica della Fondazione per il weekend di Santa Lucia

Nonostante le limitazioni imposte dalla pandemia di Covid-19, anche la Fondazione Arena riprende le sue attività artistiche, spostandosi on line e rivolgendosi quindi al pubblico tramite lo streaming con l’iniziativa Sei a casa al Teatro Filarmonico. In occasione del fine settimana di Santa Lucia, festa assai sentita per la città di Verona, verrà proposto un doppio appuntamento che andrà su TeleArena, sulla webTV e sui canali social di Fondazione Arena.

L’evento, che rientra nell’iniziativa #apertinonostantetutto e che sarà realizzato in collaborazione con l’Anfols e l’Ansa, sostituisce Un Ballo in maschera, evento verdiano cancellato proprio per l’epidemia.

Sabato 12 dicembre, dunque, TeleArena proporrà il concerto diretto dal giovane maestro tedesco Nikolas Nägele con le prime parti areniane Günther Sanin al violino e Sara Airoldi al violoncello.

Il programma apre con l’Ouverture, da Rosamunde D 644 di Schubert, quindi è la volta di Brahms con il Concerto per violino, violoncello e orchestra in la minore op. 102 (“Doppio concerto”), per finire con la Sinfonia n. 1 in si bemolle maggiore op. 38 (“Frühlings-Symphonie”) di Schumann.

L’undicesimo appuntamento sinfonico della Stagione Artistica è già disponibile sui canali social del Teatro Filarmonico e sulla webTV arena.it/tv.

È un programma interamente cucito sulla formazione d’archi dell’Orchestra areniana quello che andrà in onda su TeleArena domenica 13 dicembre alle 16.15 (disponibile su YouTube e webTV già da sabato 12 alle 20.00), diretto dal primo violino Günther Sanin che si esibirà anche nei ruoli solisti con la giovane Sofia Gelsomini, vincitrice nell’ottobre dello scorso anno del concorso come Concertino dei Violini Primi.

Si apre con il Concerto in re minore per due violini, violoncello, archi e continuo, op. 3 n. 11 RV 565, esempio della straordinaria inventiva vivaldiana, cui seguono due Divertimenti di Mozart, il n. 1 in re maggiore K 136 (125a) e il n. 3 in fa maggiore K 138 (125c).

È quindi la volta di uno dei migliori lavori del tardo barocco, il Concerto in re minore per due violini, archi e basso continuo BWV 1043 di Bach e della Sonata n. 1 in sol maggiore per due violini, violoncello e contrabbasso di Rossini, che combina l’eco mozartiana ad un irresistibile brio tutto italiano.

Il concerto termina con la Sinfonia X in si minore composta da Mendelssohn ancora giovanissimo, ma già interprete di un pieno romanticismo.

Ecco il programma dettagliato

Sabato 12 dicembre ore 16.15 | TELEARENA, già disponibile su WEBTV e YOUTUBE, Concerto sinfonico: Nikolas Nägele, Direttore, Günther Sanin, Violino, Sara Airoldi, Violoncello.

  • Franz Schubert – Ouverture, da Rosamunde D 644
  • Johannes Brahms – Concerto per violino, violoncello e orchestra in la minore op. 102 (“Doppio concerto”)
  • Robert Schumann – Sinfonia n. 1 in si bemolle maggiore op. 38 (“Frühlings-Symphonie”)

Orchestra della Fondazione Arena di Verona

Sabato 12 dicembre ore 20.00 WEBTV | YOUTUBE e Domenica 13 dicembre ore 20.00 | FACEBOOK, Concerto d’archi: Günther Sanin, Direttore e Violino, Sofia Gelsomini, Violino.

  • Antonio Vivaldi – Concerto in re minore per due violini, violoncello, archi e continuo, op. 3 n. 11 RV 565
  • Wolfgang Amadeus Mozart – Divertimento per archi n. 1 in re maggiore K 136 (125a) – Divertimento per archi n. 3 in fa maggiore K 138 (125c)
  • Johann Sebastian Bach – Concerto in re minore per due violini, archi e basso continuo BWV 1043
  • Gioachino Rossini – Sonata n. 1 in sol maggiore per due violini, violoncello e contrabbasso
  • Felix Mendelssohn – Sinfonia X in si minore MWV N 10

Orchestra della Fondazione Arena di Verona.