Sempre cara la bolletta gas. Draghi faccia di più.

28 Settembre 2021 0 Di Nunzio Ingiusto

Autorità per l’energia e Associazioni consumatori chiedono provvedimenti più strutturali per frenare gli aumenti.

Bolletta gas troppo cara, difficile ridurre i costi

Un termometro che sale. Le tariffe del gas per i prossimi mesi non andranno giù tanto celermente come ci si aspettava.

L’Italia ha ancora bisogno di gas, soprattutto in questa fase di transizione ecologica.

Da questa settimana, però, i consumatori sanno che al di là dell’intervento del governo per le fasce più deboli sulle ultime bollette, l’oro azzurro non sarà presto a buon mercato.

L’ultima settimana di settembre, infatti, si è aperta con le parole del presidente dell’Autorità per l’energia, le reti e l’ambiente (Arera), Stefano Besseghini.

Nella sua relazione al Parlamento ha detto che “è facile prevedere che la pressione al rialzo dei prezzi si mantenga nell’immediato futuro“.

Il gas risente dell’aumento generale dei prezzi delle materie prime conseguente alla ripresa economica post pandemia.

L’anno della discesa dei prezzi – 2020 – è alle spalle, per cui mentre continuiamo ad inseguire la ripartenza economica e sociale ci tocca pagare di più i fondamentali della ripartenza.

Le Associazioni dei consumatori sono in allarme, perché davanti alla prospettiva di un inverno rigido i costi medi delle famiglie si impenneranno.

Il tema dell’energia in ogni caso è sempre in primo piano e se con i soldi del Recovery Plan è stata impostata una politica di revisione del sistema energetico, l’Autorità per l’energia dice che è necessario ed urgente impostare anche una road map per il gas come fonte di transizione.

In sostanza, ci vuole un percorso non diverso da quella “che fissa chiari obiettivi di penetrazione delle fonti rinnovabili e prospettare agli investitori e agli operatori del settore una evoluzione più chiara“.

Già gli investitori, che sulle rinnovabili dovrebbero puntare di più rinunciando anche a qualche utile più immediato.

Ridurre gli oneri di sistema per alleggerire la bolletta

Per alleggerire le ultime bollette e scongiurare l’mpennata dei costi del 40% il governo è intervenuto parzialmente sui cosiddetti oneri di sistema.

Voci in bolletta che tutti paghiamo e che servono a riorganizzare il sistema energetico in chiave sostenibile.

Molte voci sono superflue ma nessuno ne ha mai preso in seria considerazione l’abolizione. Il momento é arrivato.

Il vantaggio per una famiglia media, hanno denunciato le Associazioni dei consumatori, allo stato attuale dopo l’intervento del governo é di poche decine di euro.

È chiaro che Draghi per l’impegno che sta mettendo alla guida del Paese deve fare qualcosa di più. Arera dixit. Meglio di ogni altro.