Sestri, al via in Fincantieri i lavori della nave Virgin

01 Novembre 2017 0 Di Pietro Nigro

Fincantieri avvia la produzione nei bacini di Sestri Ponente (Genova) della prima nave da crociera targata Virgin. Sir Richard Branson alla cerimonia di impostazione.

Sestri, al via i lavori della prima nave Virgin

Al via i lavori nel bacino Fincantieri di Sestri Ponente a Genova per la costruzione di quella che sarà la prima nave della Virgin Voyages, la nuova flotta creata dal fondatore della Virgin sir Richard Branson per entrare nel mondo delle crociere.

Si tratta di una nave magnifica, da 110 mila tonnellate di stazza, lunga 278 metri e larga 38, e sarà consegnata alla Virgin nel 2020. Su questa nave, 1.400 cabine che potranno ospitare oltre 2.700 passeggeri,   e che Le nuove unità, che saranno consegnate rispettivamente nel 2020, 2021 e nel 2022, avranno circa 110.000 tonnellate di stazza lorda, una lunghezza di 278 metri, una larghezza di 38, e saranno dotate di oltre 1.400 cabine in grado di ospitare a bordo più di 2.700 passeggeri e un equipaggio di 1.150 persone.

Alla tradizionale cerimonia “di impostazione” della nave, che è stata celebrata in autentico stile Virgin, ha partecipato Sir Richard Branson, che della Virgin è il fondatore e il patron, insieme al presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, del sindaco di Genova Marco Bucci, Tom McAlpin, presidente e ceo di Virgin Voyages, e Alberto Maestrini, direttore generale  di Fincantieri.

La impostazione di una nave, sin dai tempi antichi, è il momento in cui i costruttori di una nave ne impiantano per la prima volta la “spina dorsale”, l’asse su cui costruire poi l’intero vascello. Oggi, l’evoluzione delle tecniche costruttive ha fatto perdere alla impostazione il valore tradizionale, perché le navi vengono costruite in realtà in sezioni. E la nave Virgin di sezioni ne avrò 399. Ma la prima sezione ad essere montata è proprio la chiglia, che durante la cerimonia di impostazione viene “collocata” al centro del cantiere navale in cuia verrà tutta la costruzione.

E durante la cerimonia, come da tradizione, alcune monete nuove sono state saldate come portafortuna sulla struttura dello scafo.

 

La nave da crociera glam come uno yacht

nave Virgin

Il design della prima nave da crociera della flotta Virgin Voyages.

La nave, che sarà consegnata nel 2020, è la prima di una flotta di tre navi gemelle: le altre due unità saranno consegnate nel 2021 e nel 2022. Tutte e tre le navi avranno un design assolutamente originale e un’elevata complessità, e presentano una gamma di idee e soluzioni di progettazione altamente innovative.

Tratto distintivo del progetto le soluzioni per il recupero energetico e il limitato impatto ambientale. Le unità saranno infatti dotate di un sistema di produzione dell’energia elettrica da circa 1 MW che utilizza il calore di scarto dei motori diesel.

Particolarmente innovativo sarà anche lo stile e il design complessivo della nave, che è stata progettata con il glam tipico dei più eleganti yacht. la livrea della nave Virgin si distinguerà proprio per le sue linee morbide e slanciate, e per l’allure vagamente misterioso. Inoltre, sulla punta dello scafo sarà dipinta la sirena stilizzata scelta come simbolo della società, che richiamerà le sirene che da sempre hanno adornato la prua di una nave.

E per il progetto Fincantieri ha messo in campo tutte le sue indiscusse abilità e il suo primato produttivo e tecnologico. Il gruppo triestino infatti è leader mondiale nella progettazione e costruzione di navi da crociera e operatore di riferimento in tutti i settori della navalmeccanica ad alta tecnologia, dalle navi militari all’offshore, dalle navi speciali e traghetti a elevata complessità ai mega-yacht, nonché nelle riparazioni e trasformazioni navali, produzione di sistemi e componenti e nell’offerta di servizi post vendita.

In 230 anni di storia della marineria il gruppo ha costruito più di 7 mila navi e conta attualmente 19.400 dipendenti, di cui oltre 8.200 in Italia, 20 stabilimenti in 4 continenti, Fincantieri è oggi il principale costruttore navale occidentale e ha nel suo portafoglio clienti i maggiori operatori crocieristici al mondo, la Marina Militare e la US Navy, oltre a numerose Marine estere, ed è partner di alcune tra le principali aziende europee della difesa nell’ambito di programmi sovranazionali.