Home Regioni Campania Silvio e Francesca: la candidata invisibile Fascina scatena il vespaio

Silvio e Francesca: la candidata invisibile Fascina scatena il vespaio

Marta Fascina candidata blidata FOrza Italia Campania

Ancora ignoti i meriti alla vase sella candidatura in Campania della sconosciuta Marta Fascina.

Silvio e Francesca: vizi provati e pubbliche virtù: la candidata invisibile Marta Fascina scatena il vespaio

Ormai è un vizio antico della Casa. La Coppia di Arcore malignità e gossip se li attira motu proprio attraverso scelte e comportamenti che talvolta lasciano scie velenose. Prendete ad esempio il caso della signorina Marta Fascina, la giovane donna nominata deputata dal Signore di Arcore già prima del voto.

Una sconosciuta di bella presenza senza alcuna esperienza politica. Poco più di una ragazza – la Fascina – messa in lista per chissà quali virtù nascoste. Unico titolo preferenziale – a quel che si sa fino a questo momento – l’amicizia con Francesca Pascale.

Una candidatura – questa – che inevitabilmente riporta la mente ai fasti del bunga bunga.

Quando non importava se il rito berlusconiano fosse etero, multiplo o di natura diversa ma piuttosto importava (e importa oggi come ieri) il fatto e il sospetto che scelte e preferenze sessuali individuali – quindi private – potessero e possano condizionare la vita della Cosa Pubblica attraverso debutti in Parlamento di persone inadeguate, non adatte al ruolo di Legislatore.

Il resto è roba privata. Etero, omosex o multiplo sono affari esclusivi di quanti fanno sesso mercenario.

Non ci si infila più neanche il Papa tra le lenzuola della gente, figurarsi se è il caso che lo facciano i giornalisti…

Ma – tornando alla “misteriosa” candidatura – non è tutto.

C’è infatti chi non esclude che a provocare il coccolone a Silvio Berlusconi abbia contribuito l’Affaire Campania, una regione chiacchierata per la scelta di candidati impresentabili, per sbianchettature notturne di nomi (vedi il caso Nunzia De Girolamo catapultata dal suo Sannio a Imola), per nomi calati dall’alto. .

Volle, fortissimamente volle. Ad imporre la scelta della amica Marta, Francesca Pascale, la fidanzata-badante con ampi poteri del Frodatore Pregiudicato.

Ignota la ragione della ferrea volontà.

Resta il fatto che dalle coetanee napoletane Noemi Letizia e Marta Fascina – ieri come oggi – l’Immarcescibile ha ricavato soprattutto grossissimi grattacapi.

Detto ciò onestà politica e intellettuale imporrebbe chiarezza sul caso-Fascina, magari attraverso una conferenza stampa con la presenza della stessa candidata.

Già, onestà politica e intellettuale. Più facile trovare l’Araba Fenice…