“Sono vecchio, tra qualche mese potrò riposarmi”. Mattarella esclude proroga al mandato presidenziale, sgarbo a Draghi

“Sono vecchio, tra qualche mese potrò riposarmi”. Mattarella esclude proroga al mandato presidenziale, sgarbo a Draghi

20 Maggio 2021 0 Di Marino Marquardt

Voglia di pantofole… “Tra otto mesi il mio incarico termina, come sapete l’incarico di Presidente della Repubblica dura sette anni, io sono vecchio, tra qualche mese potrò riposarmi”, risponde così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella alle domande di alcuni bambini in una scuola primaria di Roma. 

Mattarella – dunque – sembra voler chiudere all’ipotesi di un allungamento della sua permanenza al Quirinale. Nessuna proroga pur sapendo – il Capo dello Stato – che al Premier Mario Draghi serve un altro anno per portare a termine il Compito assegnatogli.

Il Demiurgo che – appellandosi al senso di responsabilità dei Partiti – aveva favorito la formazione dell’attuale Maggioranza-Frankenstein ora sembra dunque volersi esimere dallo stesso senso di responsabilità imposto agli Altri.

No, così non va. Decisamente così non va.

A Draghi deve essere lasciato il tempo di completare – nel Bene o nel Male a seconda dei punti di vista – il Lavoro avviato. Sono in ballo i Miliardi del Recovery Fund. E’ in ballo la ripresa del Paese. Due temi vitali per il futuro. E le Riforme richieste dalla UE connesse all’elargizione dei Soldi non possono essere fatte in pochi mesi.

Il tutto senza dire che sullo sfondo sembra prendere forma l’ipotesi di una nuova Aggregazione Politica attorno alla Figura del Premier. Una nuova Aggregazione Moderata eventualmente corroborata da Berlusconiani in uscita da Forza Italia. Ipotesi non peregrina – quest’ultima – considerando i buoni rapporti tra l’Inquilino di Palazzo Chigi e Silvio Berlusconi. Si tratterebbe di una nuova Aggregazione con Obiettivo Maggioranza Ursula in grado di svolgere un ruolo importante in occasione del voto alla scadenza naturale della Legislatura.

Giochi aperti su più fronti, dunque.

In questo contesto – e con l’aggiunta dei gravi postumi sociali della Pandemia – l’intenzione di Mattarella di non prorogare di un anno il Mandato Presidenziale potrebbe rischiare di apparire una diserzione più che una incontenibile brama di pantofole…

 

Ps. “Sopra le Righe”, è uno spazio in progress che a seconda degli avvenimenti di giornata aggiornerà il commento arricchendolo. “Sopra le Righe” è uno spazio che offre a chi scrive il privilegio di potersi esprimere in prima persona su fatti non necessariamente legati alla quotidianità. Uno spazio eretico in cui le opinioni del sottoscritto talvolta non appariranno coerenti con la linea editoriale. Voltaire docet…
Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola gratificata dalla maiuscola. La maiuscola – insomma – funge da sottolineatura. Chiedo venia a Quelli della Crusca,,,