Spezia-Juventus ed il mercoledì di Serie A, 5a Giornata

Spezia-Juventus ed il mercoledì di Serie A, 5a Giornata

23 Settembre 2021 0 Di Fabio Carolla

Spezia-Juventus, 2-3: Allegri trova i primi tre punti. Pari tra Salernitana e Hellas; vince l’Empoli a Cagliari. Milan 2-0 contro il Venezia.

Spezia-Juventus, 2-3 e Salernitana-Hellas, 2-2

Continua il turno infrasettimanale di Serie A. Il mercoledì pomeriggio si gioca in Campania Salernitana-Hellas Verona, ma sopratutto in Liguria, dove va in scena Spezia-Juventus. Non male l’inizio di campionato della squadra di Thiago Motta; pessimo l’avvio della Juventus di Allegri, ancora senza vittorie in Serie A.

Per questo motivo la Juventus a Spezia deve fare la gara, riuscendoci per la prima mezz’ora di partita. Al 28esimo, infatti, i ragazzi di Allegri passano in vantaggio con il gol personale di Kean. Sponda di Rabiot su lancio lungo e palla gestita dall’attaccante ex-PSG: suo il destro dal limite dell’area che batte Zoet, dopo aver baciato il palo.

La gioia dei bianconeri, però, non dura molto. Dopo soli 5 minuti, lo Spezia trova la via del gol, arrivando al pareggio. Tiro dalla distanza di Verde e Szczesny che respinge facilmente. Sul continuo dell’azione, però, è Gyasi a riprendere il pallone e provare la conclusione pericolosa da dentro l’area di rigore: tiro deviato e traiettoria che finisce in rete. Spezia-Juventus all’intervallo è 1-1.

Nella ripresa, la gara si infiamma e regala tanto spettacolo ai tifosi neutrali. All’inizio dei secondi 45 minuti di gioco, è di nuovo lo Spezia a trovare il gol, impensierendo la Vecchia Signora e le sue chance di portare a casa i tre punti. Rilancio di Maggiore a trovare Antiste, che scatta in contropiede: il giovane francese si accentra e rilascia il destro. La leggera deviazione batte l’estremo difensore dei bianconeri: 2-1 per lo Spezia.

Lo spavento juventino spiazza inizialmente gli 11 in campo, ma Allegri li richiama presto all’attenzione, invitando a giocare con calma. Non è però la calma a portare al gol del 2-2, anzi: un Chiesa vigoroso trova la rete del pareggio sfondando letteralmente la difesa ligure. Al 70esimo, poi, è De Ligt di giustezza a concludere a rete il pallone leggermente allontanato dalla difesa spezzina.

La Juve si chiude e lo Spezia cerca il pareggio con coraggio e personalità. Al Picco, però, Spezia-Juventus finisce 2-3: primi tre punti in campionato per i bianconeri.

In contemporanea a Spezia-Juventus, si gioca anche in Campania. A Salerno, la squadra di Castori ospita l’Hellas Verona di Juric.

Una partita accesissima e ricca di sorprese. L’Hellas ha l’intenzione di aprire e chiudere la pratica già nel primo tempo. Al 7’ e al 29’ ci pensa Kalinic a siglare la doppietta personale e a regalare ai suoi la tranquillità del vantaggio.

La squadra di Juric, però, fallisce nel mantenere il risultato. Già negli ultimi minuti del primo tempo, la Salernitana accorcia le distanze con l’ultimo arrivato Gondo. Nel secondo tempo, poi, i granada trovano anche il pareggio con un eccezionale Coulibaly: già due centri in stagione per lui.

A Salerno, Salernitana-Hellas Verona è 2-2. 1 punto per parte che può accontentare entrambe le compagini, senza troppe pretese, ma ci sono dei rammarichi: la Salernitana avrebbe potuto sfruttare meglio la spinta dei suoi tifosi; il Verona pecca di disattenzione e continuità.

Milan-Venezia, 2-0 e Cagliari-Empoli, 0-2

Dopo di Spezia-Juventus, tocca al Milan trovare i 3 punti. Contro, però, l’avversario non è dei più facili: sono 20 anni che non si gioca Milan-Venezia.

Il primo tempo è la pura dimostrazione di quanto la squadra di Zanetti sia adatta a questo campionato. I veneti tengono testa ad un ottimo Milan, ma solo per la prima frazione di gara.

Nel secondo tempo i rossoneri travolgono gli ospiti. Sembra quasi che Pioli abbia avuto l’attenzione di sfiancare il Venezia per la prima frazione di gara, per poi fargli male nella ripresa. Servono Hernandez e Diaz per trovare il definitivo 2-0 del Milan. Al 68esimo, azione manovrata in fase offensiva e cross a liberare Diaz sul secondo palo: appoggio facile. All’82esimo, poi, azione personale di Saelemakers che trova Hernandez solo sul lato sinistro: il terzino francese riceve e calcia senza problemi.

A San Siro, Pioli trova 3 punti e continuità: risultato non indifferente per le sorti della squadra in campionato.

In contemporanea alla gara di San Siro, si gioca anche alla Domus Arena. Il Cagliari ospita l’Empoli per la 5a Giornata di Serie A.

Mazzarri ha rivoluzionato la propria squadra, ma non è abbastanza. Contro l’Empoli, i sardi faticano molto e perdono l’occasione per accumulare punti. Già al 30esimo, è Di Francesco a trovare il gol del vantaggio sul l’assist di Haas.

Partita chiusa al 69esimo quando Stulac sigla un 2-0 spettacolare: tiro dalla distanza che si infila nel set e Cragno che non ci può arrivare. Cagliari-Empoli finisce 0-2: ottima prova dei toscani; Mazzarri che invece dice di non fermarsi ai risultati, ma di guardare nel medio-lungo termine.