Su La7 slalom del Furbetto di Rignano tra bonifici e conferenze. Sardine pronte per l’adunata. Salvini fa guerra alla Nutella. Cose turche…

Su La7 slalom del Furbetto di Rignano tra bonifici e conferenze. Sardine pronte per l’adunata. Salvini fa guerra alla Nutella. Cose turche…

06 Dicembre 2019 0 Di Marino Marquardt

Ma lo avete visto lo Show del Furbetto di Rignano nello Studio di Piazza Pulita? Roba da Pieraccionesco Bar dello Sport della provincia Toscana. Ci mancava soltanto qualche parolaccia di Ceccherini e poi la sceneggiatura sarebbe stata completa. Una Performance disperata tra uno slalom di assegni e di bonifici per un totale di 700mila euro per Acquisto-Villa e una gimkana dialettica altrettanto disperata per spiegare i ricchi proventi derivanti dalla partecipazione a Conferenze nel Regno dell’Opacità Araba. Uno spettacolo di immensa tristezza e di pochezza morale, il monologo dell’ex Rottamatore oggi leader di Italia Viva. Un monologo tra mosse, mossettine, smorfie, sottomenti in libertà, bugie e stridule tonalità. Un monologo dalle sfumature aggressive tenuto in vita per circa un’ora soltanto dalla buona educazione del conduttore Corrado Formigli. Una oscenità negatrice dei principi su cui si fonda l’onestà intellettuale. E poi dicono – per scimmiottare Totò – che Uno si butta a Sardine…

A proposito di Sardine. Ad Esse si chiede chiarezza, la Gente – ormai stanca della vaghezza Cinquestelle “Né di Destra né di Sinistra” – vuole sapere dove è orientato l’Ago della Bussola degli sguscianti Argentei Pesciolini. Ospite della Gruber, non ha fatto chiarezza in merito Mattia Santori, uomo-immagine e promotore del Movimento. Da comprendere, sono cresciuti troppo in fretta. Ma è proprio per la velocità della crescita che ora devono spiegare cosa vogliono e con chi stanno. In maniera forte e chiara.  Il primo approccio col Presidente uscente dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini è già un elemento significativo.

Detto ciò, le prime chiare indicazioni dovranno uscire dall’Assemblea del 15 dicembre a Roma. Dalle loro scelte potrebbero derivare i destini politici delle Regioni in cui si voterà il prossimo anno e gli equilibri politici nazionali. C’è una vasta sacca di astensionisti. Sono Persone che hanno scelto la via del non voto perché deluse dalla politica, cittadini i quali tornerebbero volentieri alle urne se trovassero una ragione valida per farlo.

Intanto – mentre le Sardine sono alle prese con le organizzazioni della manifestazione del 14 prossimo nella Capitale in Piazza San Giovanni e del Primo “Congresso” in programma il giorno successivo – a Matteo Salvini (disperatamente a corto di materia prima, i migranti) i suoi Sceneggiatori – servi e padroni della Propaganda Leghista – hanno confezionato un altro nemico: gli hanno infiocchettato la Nutella figlia illegittima di nocciole Ottomane. Cose turche, insomma; cose che Voi Umani non avreste mai potuto immaginare…

Ps. Avviso agli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dalla scrittura corrente sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola. Amen!