Topo a bordo, volo annullato. E British paga il risarcimento

Topo a bordo, volo annullato. E British paga il risarcimento

10 Marzo 2017 0 Di ItaliaNotizie24

E’ accaduto il 1 marzo a Heathrow: topo a bordo, annullato il volo delle 10.40 Londra – San Francisco. La British Airways costretta a pagare 600 euro ai passeggeri.

Topo a bordo, risarcimento ai passeggeri

Anche sugli aerei, che sembrano sempre puliti e perfetti, può capitare l’impensabile: un topo a bordo, salito chissà come, magari con le casse dei cibi, o arrampicatosi durante una sosta notturna in hangar. Ma se il topo inizia a passeggiare in cabina, c’è poco da fare: evacuare l’aereo e cancellare il volo. E pagare il risarcimento ai 298 passeggeri, per il danno provocato dai ritardi.

Si tratta di una situazione a dir poco incredibile, e per fortuna non succede spesso. Ma il 1 marzo scorso è successo, e ne ha dato notizia la stampa britannica: 298 persone vanno ad Heathrow, il maggiore aeroporto di Londra, per imbarcarsi su un volo per San Francisco, negli Stati Uniti, e si ritrovano a bordo, tutti insieme, al loro posto, insieme ad un bel topone che passeggia tranquillamente tra le loro gambe.

Il web e i social si sono scatenati sulla notizia, ormai diventata virale, e sono partite le conversazioni più divertenti, come questa sulla possibile destinazione del topo imbarcato sull’aereo.

La vicenda, infatti, ha sicuramente dei risvolti comici, ma avrebbe potuto avere conseguenze poco piacevoli se non drammatiche. Per questo i responsabili della British Airways sono stati costretti a far scendere tutti i passeggeri e mandare l’aereo in manutenzione per una approfondita derattizzazione.

Insomma volo cancellato, e viaggiatori rimasti a terra e costretti a trovare un’altra soluzione, come succede ogni volta che c’è un disservizio nel trasporto aereo.

Ma a pagarne le spese non possono essere i passeggeri. Lo dice il Regolamento europeo CE261: la compagnia aerea deve pagare un risarcimento ai passeggeri. Per questo alcuni passeggeri hanno chiesto assistenza ad Airhelp, la prima società specializzata nel recupero del risarcimento per i ritardi e le cancellazioni dei voli.

La conferma arriva da Lorenzo Asuni, Marketing manager di AirHelp:

“I passeggeri sono stati fatti scendere dall’aeromobile poco prima del decollo per la presenza di un topo a bordo ed il volo è stato poi immediatamente cancellato – spiega – Airhelp sta aiutando i primi passeggeri che si sono rivolti a noi e ora la British Airways dovrà risarcire ciascuno dei 298 viaggiatori a bordo con 600 €, come indicato dal Regolamento Europeo CE261, per un totale di 178.800 euro”.

Certo, la presenza di un topo a bordo è una delle cause più particolari riscontrate per un ritardo o la cancellazione di un volo. Ma anche questo, come qualsiasi altro caso di ritardo o cancellazione dei voli con diretta responsabilità della compagnia aeree obbliga la stessa, per legge, a risarcire i passeggeri con minimo 250€ e fino a 600€ a prescindere dal prezzo pagato per il proprio biglietto.

Da quando è nata, AirHelp ha aiutato oltre 1,6 milioni di persone a difendere questo diritto. Ma si tratta ancora di una cifra minima, perché in effetti solo il 2% degli aventi diritto reclama il proprio risarcimento.

Per saperne di più è possibile rivolgersi direttamente alla società inviando una mail ad Airhelp.