Tropea è il Borgo più bello d’Italia 2021

Tropea è il Borgo più bello d’Italia 2021

08 Aprile 2021 0 Di Fabiana Mele

Tropea è il borgo più bello d’Italia. La perla del Tirreno ha conquistato il gradino più alto del podio nella classifica dell’ottava edizione del programma “Borgo dei Borghi”, che ha visto in gara 20 splendidi borghi della nostra Penisola.

Tropea simboleggia un luogo magico fatto non solo di mare, sole e sabbia, ma anche di arte, storia, architettura, cultura e gastronomia. Regina della Costa degli Dei, si trova in un punto della Calabria rimasta ancora selvaggia, autentica e con un’ospitalità disarmante.

Tropea, la piccola Atene della Calabria

Città di filosofi, artisti, musicisti, è tra le candidate come Capitale italiana della cultura 2022. Per capire il motivo per il quale due secoli fa il conte di Narbonne, esule della Rivoluzione francese, si innamorò della cittadina calabrese e la paragonò alla città simbolo della cultura ellenica, bisogna salire verso il centro storico dove possiamo trovare i segni del passato di questa città, crocevia di popoli del Mediterraneo e ricca di tradizioni locali.

Il centro storico di Tropea

Il borgo è animato da un intreccio di storia e leggenda: si narra, infatti, che a edificare Tropea fu Ercole di ritorno dalle Colonne. Quello che però colpisce di questo piccolo gioiello è la sua posizione scenografica: la città sorge su un alto promontorio tufaceo che trasforma Tropea in una terrazza naturale sul mare, capace di regalare panorami mozzafiato. Da questo punto ci si può perdere in uno dei tramonti più emozionanti del Mediterraneo.

Il centro storico è movimentato dalle caratteristiche viuzze interne. Un tempo questo abitato era protetto da un lato dalla rupe e dall’altro da una cita muraria e da un castello che è stato poi abbattuto. Durante il suo abbattimento sono stati ritrovati i resti di tombe risalenti al V secolo con epigrafi paleocristiane e con elementi stilistici che richiamano la tradizione nordafricana, testimonianza della vivacità culturale e delle intense comunicazioni marittime della città.

Santuario di Santa Maria dell’Isola

Il Santuario di Santa Maria dell'isola a Tropea (copyright S. Riccio / In24).

Il Santuario di Santa Maria dell’isola a Tropea (copyright S. Riccio / In24).

Simbolo inconfondibile di Tropea è il grande scoglio sul quale si erge il Santuario di Santa Maria dell’Isola. Un luogo dalla bellezza unica, al centro di storie e leggende. Si narra, infatti, che qui venne portata una statua della Vergine proveniente dall’Oriente. A causa delle eccessive dimensioni, il sindaco e il vescovo ordinarono che venissero tagliate le gambe; tuttavia, nel momento in cui il falegname posò la sega sulle gambe, le sue braccia si paralizzarono e il sindaco e il vescovo morirono all’istante. Nei giorni seguenti la Madonna iniziò a fare miracoli, ma della statua si persero le tracce.

Tra misteri e paesaggi mozzafiato, il Santuario conserva ancora oggi il suo grande fascino ed è raggiungibile da un’antica scalinata ricavata nella roccia. Una volta in cima, ci si troverà davanti a uno spettacolo che lascia senza fiato: il giardino che circonda tutto il santuario offre una vista che si spinge sino alle Isole Eolie e alle coste siciliane, con Stromboli, Vulcano e l’Etna che si stagliano all’orizzonte.

Tra cultura, musei e gastronomia

Grazie alla sua posizione strategica, Tropea ha avuto un ruolo chiave in epoca romana e bizantina, e ancora oggi possiamo ammirare i resti di queste antiche civiltà. Oltre alle bellezze naturali, immenso è il patrimonio artistico e culturale che spazia dalle arti, alle lettere e alla filosofia.

Vari sono i musei da visitare. Il Museo Diocesano, in cui troviamo una ricca collezione di reperti che raccontano la storia della Diocesi e opere d’arte che il patriziato locale aveva commissionato alle più importanti botteghe del meridione, soprattutto a quelle napoletane e messinesi. Il MUBAT (Museo del Mare di Tropea), in cui è custodito il patrimonio paleontologico e biologico del Tirreno centro-calabrese e del promontorio del Poro. L’Odissea Museum, il primo museo in Italia dedicato al viaggio di Ulisse. Ospita sculture afferenti ai principali personaggi dell’Odissea, pannelli scenografici, mappe, cartografie, bassorilievi e vasi ornamentali, elmi e armature ispirati alla Magna Graecia.

Non può, infine, mancare un cenno alla cipolla rossa di Tropea, simbolo gastronomico di questo territorio.