Troppo Real per la Roma. Giallorossi travolti. La Juve vince anche senza Ronaldo

Troppo Real per la Roma. Giallorossi travolti. La Juve vince anche senza Ronaldo

19 Settembre 2018 0 Di Marco Martone

Esordio in agrodolce per le italiane in Champions League. Vincono Inter e Juventus (espulso Ronaldo). Pari con qualche rammarico per il Napoli. La Roma travolta dal Real.

Cristiano Ronaldo esce in lacrime dalla sua “prima” in Champions con la maglia della Juventus. Lui che di questa competizione è stato negli anni un protagonista assoluto, non poteva cominciare peggio la nuova avventura europea in maglia bianconera. CR7 piange ma la Juve ride, visto che benché ridotti in 10 uomini, i ragazzi di Allegri sono riusciti ugualmente a superare lo scoglio Valencia con un perentorio 2-0, anche se ci sono voluti due rigori, entrambi trasformati da Pjanic, per portare a casa l’intera posta in palio. Buona la prima, dunque, per la Vecchia signora, che dovrà però rivedere gli umori bollenti di alcuni suoi tesserati, visto che il rosso a Ronaldo segue di qualche giorno quello rifilato sotto il naso di Douglas Costa, cacciato via dal campo dopo aver sputato in faccia ad un avversario (Di Francesco) nel corso di Juve-Sassuolo di campionato. Un comportamento altamente antisportivo, costato al giocatore una squalifica di quattro giornate.
La prima giornata di Champions sorride anche all’Inter, capace di capovolgere a suo favore l’esito di una gara, quella contro il Tottenham, che sembrava ormai segnata. Di Icardi e Vecino le reti in un finale davvero entusiasmante per la squadra di Spalletti.
Rabbia e delusione, invece, in casa Napoli, per un pareggio ingiusto a Belgrado sul campo della Stella Rossa. Gli azzurri hanno infatti dominato la partita, sfiorando a più riprese il gol del vantaggio. Le parate del portiere avversario e i legni della porta hanno però impedito, oltre all’imprecisione degli attaccanti, di sbloccare il risultato. Uno 0-0 che adesso mette in salita il cammino del Napoli, inserito in un girone di ferro, con Psg e Liverpool.
Molto peggio è andata alla Roma, travolta 3-0 dal Real Madrid. Troppo ampio il divario tecnico tra le due squadre. Gli spagnoli hanno maramaldeggiato in lungo e largo e solo la bravura di Olsen tra i pali giallorossi, ha impedito a Bale e compagni di segnare un maggior numero di reti.