Champions League: Chelsea e PSG in semifinale

Champions League: Chelsea e PSG in semifinale

14 Aprile 2021 0 Di Fabio Carolla

Champions League: Chelsea perde la gara di ritorno, ma non serve: passa alle semifinali. PSG elimina i campioni uscenti del Bayern

Champions League: Chelsea 0 – 1 Porto, Blues in semifinale

Nel ritorno della gara di Siviglia, vincono per 1 a 0 i dragoes, ma non basta: il Chelsea passa in semifinale grazie al vantaggio dell’andata.

Ad una settimana dalla partita d’andata, Chelsea e Porto si sfidano di nuovo per quello che è il ritorno dei quarti di finale di Champions League. La partita si gioca di nuovo nello stadio spagnolo di Siviglia, per via delle restrizioni Covid del Regno Unito.

Il Porto deve ribaltare il risultato dell’andata: 2 a 0 a favore degli inglesi. Per farlo, schiera in campo la sua formazione migliore: Marega, Otavio, Corona il trio d’attacco. A centrocampo Grujic, Uribe, Oliveira – autore del gol eliminazione della Juventus. In difesa, Sanusi, Pepe, Mbemba e Janco davanti al portiere Marchesin.

Il Chelsea invece può gestire la partita, senza preoccuparsi troppo di attaccare. Tuchel schiera in campo il solito 3-4-2-1: riposano Werner e Ziyech, al loro posto Havertz prima punta, supportato da Mount e Pulisic. Rudiger, Thiago Silva e Azpilicueta in difesa danno man forte a Mendy a porta, con James e Chilwell sulle fasce pronti a scendere come terzini avanzati.

La partita è scoppiettante sin dai primi minuti di gara. Come da pronostico, il Chelsea non si espone troppo e lascia giocare chi deve fare la partita, ovvero il Porto.

I dragoes sono più volte all’attacco e sfiorano il vantaggio anche su alcuni errori difensivi inglesi: Rudiger sbaglia l’appoggio al portiere e Mendy è troppo morbido nel passaggio, facile preda per l’attacco portoghese. Il pallone calciato da Corona è però di poco a lato. È lo stesso Corona poi a sprecare alta l’ennesima occasione del primo tempo portoghese.

Nel secondo tempo, la partita si spegne per la stanchezza, ma il Porto continua ad attaccare mettendo in campo anche Taremi. È proprio il subentrato l’autore della rete nei minuti finali di partita: sul cross dalla fascia di Nanu, Taremi si coordina e impatta il pallone in rovesciata. Il pallone è indirizzato sotto al set con Mendy che non tenta nemmeno l’intervento.

Il risultato finale di 1 a 0 per il Porto non basta: il Chelsea passa e attende di scoprire chi affronterà nelle semifinali.

Fa tutto Neymar e segna Choupo-Moting: Bayern eliminato

Non riesce l’impresa del Bayern a Parigi: i bavaresi sono fuori dalla coppa, eliminati da un ottimo PSG, candidato al trionfo finale.

Dalla neve di Monaco, si passa alle più miti temperature di Parigi: il ritorno di Paris Saint-Germain contro Bayern Monaco è la partita delle stelle sotto le luci dello spettacolare Parco dei Principi.

I padroni di casa sono chiamati a gestire il risultato senza né strafare né lasciare troppo gioco agli avversari, capaci di farli male. Per questo, il PSG si veste del suo più bel abito e scende in campo con il classico 4-2-3-1 dell’andata. Davanti solo Mbappé, dietro di lui Neymar, Di Maria e Draxler. In porta il solito Navas, aiutato da Dagba, Pereira, Kimpembe e Diallo.

Gli ospiti tedeschi devono spingere se vogliono tentare l’impresa di passare, rimontando il 3-2 dell’andata: mai nessuno ci è riuscito prima d’ora nella storia della competizione. Ancora assente Lewandowski, il peso dell’attacco ricade su Choupo-Moting. La formazione è a specchio: un 4-2-3-1 che vede Muller trequartista, con i velocissimi Sané e Coman sulle fasce. In mediana, Alaba e Kimmich. A difesa, Davies, Hernandez, Boateng e Pavard, davanti il portiere Neuer.

Al contrario delle aspettative, chi attacca di più nel primo tempo è il PSG. Più volte Mbappé va vicino al gol che consoliderebbe il vantaggio francese, ma chi ha le occasioni più ghiotte è Neymar.

In 39 minuti, il brasiliano ha 5 occasioni da gol: 3 parate da Neuer, una traversa ed un palo. Beffardamente, al 40esimo minuto è poi il Bayern a trovare il vantaggio con il colpo di testa di rapina di Choupo-Moting.

Si riscalda poi il Bayern che nei minuti successivi e in tutta la ripresa sembra imporre il proprio gioco: più volte sfiora il gol, colpa di tanta sfortuna.

La partita non è mai unidirezionale: le stelle brillano da una parte e dall’altra, con Neymar che però brilla più di tutte. Al 77esimo c’è anche il gol di Mbappé, poi annullato dal Var per fuorigioco.

La partita termina sull’1 a 0 per i bavaresi. I campioni uscenti tedeschi si buttano a terra, disperati: sono fuori dalla Champions League. Urlano grida di gioia Neymar e compagni: adesso manca veramente poco alla Coppa.