Home Sport Calcio Un Napoli brutto e noioso con due miracoli di Meret riesce a...

Un Napoli brutto e noioso con due miracoli di Meret riesce a salvare l’1 a 0

36
0
Napoli Stadio San Paolo tifosi spalti pubblico
Spalti gremiti allo stadio San Paolo di Napoli (Ph. SSCN).

Napoli brutto e noioso, dall’opaca prestazione contro un avversario votato al catenaccio. E i due miracoli di Meret a tempo scaduto negano alla Spal la soddisfazione del pareggio.

Napoli brutto e noioso. E la capocciata vincente di Albiol allo scadere del primo tempo, in pieno recupero, non riscatta il Napoli dall’opaca prestazione contro un avversario votato nel primo tempo al più classico dei catenacci e al gusto di osare nella ripresa. Due miracoli di Meret a tempo scaduto negano ai ferraresi la soddisfazione del pareggio.

Napoli, gli azzurri non riescono a ritrovare il perduto smalto

Neanche il ridotto turn over a cui ha fatto ricorso questa volta Carlo Ancelotti riesce a restituire ai partenopei il perduto smalto e gusto del gioco. Contro la Spal come contro il Cagliari, la rete del vantaggio scaturisce da un episodio – un calcio d’angolo – e non è figlia di una corale azione di gioco. Questo Napoli, insomma, non riesce più a costruire gol, i suoi acuti sono sempre simili a quelli della Juve: non incantano.

Due squadre – azzurra e bianconera – che hanno insomma imparato a campare di rendita sulla bravura dei propri interpreti a prescindere dalla qualità delle rispettive manovre.

Migliorano le cose nella ripresa. La Spal che non ha più niente da perdere prova a giocare, per il Napoli si aprono gli spazi negati nel primo tempo e lo spettacolo a tratti ne guadagna. Ma è poca roba. Unico lampo un pregevolissimo scambio nell’aria della Spal tra Insigne e Mertens, dialogo conclusosi col palo di sinistra che nega il gol al fuoriclasse belga. Tutto il resto è noia, cantava il Poeta. Noia di fronte a un Napoli che non riesce più a divertire, a emozionare, a entusiasmare.

22/12/2018  h.17.00