Home Politica Politica italiana Verdini, da gran cerimoniere del Nazzareno a orpello renzusconiano

Verdini, da gran cerimoniere del Nazzareno a orpello renzusconiano

57
0
Denisw Verdini e Matteo Renzi

Un giallo – il caso Verdini – tenuto sottotraccia dai maggiori mass media, che disegna l’ex Macellaio, Bancarottiere e Gran Cerimoniere del Patto del Nazareno come ormai inutile orpello dell’Inciucio renzusconiano.

Nei giorni della merla, in questi giorni di fine gennaio ritenuti tra i più freddi dell’anno, ad infuocare l’ambiente politico e a portar legna alle fiamme che divampano nel Pd e nel Centrodestra sono i sussurri e le grida che attraversano le stanze del Nazareno e di Arcore. Urla di gioia di quanti sono stati candidati, grida di dolore di quanti sono stati esclusi dal banchetto, sussurri avvelenati e promesse di atroci vendette…

Verdini, da gran cerimoniere del patto del nazzareno a inutile orpello renzusconiano

Nel Partito dell’ex Capo Scout non c’è pace come non c’è pace tra Forza Italia e Lega, i due maggiori partiti del Centrodestra che cercano di convivere senza il reciproco obbligo di fedeltà. Matrimonio d’interesse, i due leader – Silvio Berlusconi e Matteo Salvini – stanno insieme sognando i rispettivi amanti, Matteo Renzi e Luigi Di Maio… Si vedrà dopo il 4 marzo… E’ una puntata della Soap politica tutta ancora da scrivere…

In questo quadro di profondo degrado etico, politico e intellettuale di primi attori e comparse della scomposta campagna elettorale, spicca la domanda che interroga i Quartieri Generali renzusconiani. Questa:

per volere di chi è stata affondata la navicella corsara Ala con relativa ciurma?

Chi ha deciso il siluramento del fino a ieri inaffondabile Denis Verdini, il comune amico di casa Berlusconi e di casa Renzi che racconta di aver spesso tenuto il piccolo Matteo sulle sue ginocchia?

E per quale motivo è stato fatto fuori? E’ stato forse liquidato perché ritenuto troppo ingombrante per i carichi penali che si trascina?

O gli è stata tolta la parte in commedia perché ormai superata la sua funzione di mediatore tra il Frodatore di Arcore e il Ragazzo di Rignano avendo i Due da tempo un filo diretto?

O, ancora, è stato cancellato perché non più gradito agli amici con tanto di cappucci, compassi e grembiulini?

Un giallo – il caso Verdini – tenuto sottotraccia dai maggiori mass media cartacei e digitali, un giallo che disegna l’ex Macellaio, Bancarottiere e Gran Cerimoniere del Patto del Nazareno come ormai inutile orpello dell’Inciucio renzusconiano. Un orpello, insomma, da buttare via. Strano, molto strano…