Una vita da social, tour informativo della Polizia di Stato

Una vita da social, tour informativo della Polizia di Stato

09 Marzo 2017 0 Di Miranda Parrini
Formazione, sensibilizzazione sui rischi e pericoli dell’uso dei social, per rendere la Rete un’opportunità per i giovani: è l’obiettivo della campagna itinerante della Polizia postale in 45 città italiane.

Una vita da social, tour informativo della Polizia di Stato

Un viaggio nella Rete senza pericoli è l’obiettivo dell’iniziativa “Una vita da social”, in particolare quello di prevenire episodi di cronaca, alcuni dei quali culminati con il suicidio di ragazzi adolescenti ed il dilagante fenomeno del cyberbullismo e di tutte le varie forme di prevaricazione connesse ad un uso distorto delle tecnologie, proponendo un’opera di responsabilizzazione in merito all’uso della “parola” ed ai valori umani.

Nelle città gli studenti accolgono con favore il tour “Una vita da social”, che da dicembre scorso sta facendo tappa fermandosi nelle maggiori città di ogni regione, l’evento si può seguire anche nella pagina facebook.

“Una vita da social” è il track informativo multimediale guidato dagli operatori della Polizia Postale e delle Comunicazioni, in collaborazione con il Miur e con il patrocinio dell’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza.

I dati registrati nel corso degli incontri nelle scuole evidenziano che le competenze digitali degli studenti provengono in tutto o quasi da esperienze di apprendimento extra scolastico.

I social network infatti sono ormai uno strumento di comunicazione del tutto integrato nella quotidianità di tutti. Preoccupa in maniera più forte il fenomeno del cyberbullismo: circa 2 ragazzi su 3 dichiarano di aver avuto esperienza diretta o indiretta di fenomeni di questo tipo.

Il 10 marzo prossimo il truck multimediale “Una vita da social” fa tappa anche a Lucca in piazza Napoleone, prevede una serie di incontri informativi per gli alunni di vari istituti scolastici.

Le visite multimediali guidate dalla Polizia sono rivolte anche ai genitori ed insegnanti e aperte a tutta la cittadinanza. Gli studenti potranno lanciare il loro messaggio positivo attraverso un diario di bordo 2.0.

Altri prossimi appuntamenti del tour “Una vita da social” saranno a San Miniato, Imola, Forlì, Cesena, Porto Recanati, Camerino, San Benedetto del Tronto, Amatrice, Vasto, Bisceglie, Battipaglia, Lagonegro, Cosenza, Lamezia Terme, Tropea, Messina, Aci Castello, Cefalù, Palermo, Sanluri, Lanusei, Tempio Pausania.

“Una vita da social” alla sua 4° edizione, è ripartita a dicembre scorso da Piazza Montecitorio a Roma, alla presenza della presidente della Camera Laura Boldrini, nell’ambito della manifestazione “Montecitorio a porte aperte”.

Nel corso delle tre edizioni precedenti ha raccolto un grande consenso: gli operatori hanno incontrato oltre 1 milione di studenti sia nelle piazze che nelle scuole, 106.125 genitori, 59.451 insegnanti per un totale di 8.548 Istituti scolastici, 30 mila km percorsi e 150 città raggiunte sul territorio e una pagina facebook con 108 mila like e 12 milioni di utenti mensili sui temi della sicurezza online.

E proprio a dicembre 2016, “Una vita da social”, è stata selezionata dalla Commissione europea tra le migliori pratiche a livello europeo.