Volata finale verso il voto, Di Maio stacca gli avversari

Volata finale verso il voto, Di Maio stacca gli avversari

01 Marzo 2018 0 Di Marino Marquardt

Luigi Di Maio presenta a Roma le personalità che entreranno in un eventuale governo del Movimento 5 stelle.

Volata finale verso il voto, Di Maio stacca gli aversari

…E nella volata finale, a tre giorni dal voto, staccò gli avversari…  E’ l’opinione diffusa presso i liberi osservatori di questa brutta campagna elettorale ormai prossima all’archiviazione. L’uomo solo al comando – secondo i punti di vista di distaccanti ed equidistanti osservatori – è Luigi Di Maio, il candidato premier del M5s sempre più padrone del ruolo assegnatogli.

Lucido nell’argomentare, puntuale nel rispondere alle domande, misurato nel replicare agli avversari.

Non una sbavatura, non una gaffe, non una sguaiataggine nel suo comportamento. Perfetto nel suo stile istituzionale. Di Maio ha studiato da premier. E ha studiato bene. Tanto da indurre Beppe Grillo ad affermare che forse è tramontato il tempo dei “Vaffa…”.

Il capo politico dei Cinquestelle sembra essere stato sfornato di recente da una Accademia militare. Un cadetto cresciuto in fretta, Di Maio. E’ un candidato premier che guarda ai bisogni della gente comune. Al contrario di quanti hanno appreso il mestiere nei retrobottega degli affari e della politica.

Dal sempre più confuso Frodatore di Arcore in frequente lite con se stesso quando mescola euro e lire, quando shakera milioni e miliardi, all’ex Capo Scout ridotto politicamente allo stato vegetativo, al crociato Salvini tutto Vangelo e razzismo…

Non c’è gara, non può esserci gara tra costoro e il capo politico del M5s. Lo hanno detto gli ultimi sondaggi pubblicabili, lo dicono questi ultimi giorni di campagna elettorale.

Gioco facile per Di Maio contro avversari che appaiono sempre più la caricatura di se stessi.

Giudizi, pronostici di parte, questi riportati dal sottoscritto? No, semplice constatazione del sentiment, del trend popolare.

E – vedrete – la notte tra domenica e lunedì la Cassazione del voto non potrà non confermare questa sentenza.

Vincerà il M5s. Ma chi governerà è tutto ancora da vedere.

Di Maio presenta la squadra del suo eventuale governo

Intanto Di Maio ha presentato la squadra del suo eventuale governo.

Ecco i nomi, “già operativi il 5 marzo”, come ha annunciato il capo politico del M5s:

  • Affari regionali e rapporti con Parlamento: Riccardo Fraccaro (deputato e candidato alla Camera)
  • Pubblica amministrazione: Giuseppe Conte
  • Sport: Domenico Fioravanti
  • Esteri: Emanuela Del Re
  • Interno: Paola Giannetakis
  • Giustizia: Alfonso Bonafede
  • Difesa: Elisabetta Trenta
  • Economia: Andrea Roventini
  • Sviluppo Economico: Lorenzo Fioramonti
  • Politiche Agricole: Alessandra Pesce
  • Infrastrutture: Mauro Coltorti
  • Lavoro: Pasquale Tridico
  • Istruzione: Salvatore Giuliano
  • Beni culturali: Alberto Bonisoli
  • Salute: Armando Bartolazzi
  • Ambiente: Sergio Costa
  • Qualità della Vita e lo Sviluppo sostenibile: Filomena Magino.