Home Politica Politica internazionale Accordo Italia – Qatar, Doha compra 7 navi da guerra

Accordo Italia – Qatar, Doha compra 7 navi da guerra

16
0
Il ministro degli Esteri Angelino Alfano e il suo collega del Qatar Mohammed bin Abdulrahman al-Thani a Doha, durante la firma degli accordi Italia - Qatar (ph. Ap).
Il ministro degli Esteri Angelino Alfano e il suo collega del Qatar Mohammed bin Abdulrahman al-Thani a Doha, durante la firma degli accordi Italia - Qatar (ph. Ap).

Accordo Italia – Qatar: il ministro Alfano vende sette navi da guerra al collega al-Thani. Doha le vuole per la crisi nel Golfo.

Accordo Italia – Qatar, Doha compra sette navi

Sette navi da guerra che saranno costruite a partire dal 2018 da Fincantieri ed armate da Leonardo Finmeccanica e che saranno consegnate al governo di Doha, che le userà per il pattugliamento dei mari. E’ questo il contenuto dell’accordo Italia – Qatar – del valore di 5 miliardi di euro – firmato ieri a Doha dal ministro degli Esteri Angelino Alfano e dal suo collega Mohammed bin Abdulraman al-Thani. L’acquisto arriva nel pieno della crisi del golfo, scoppiata dopo che gli altri paesi del Golfo hanno isolato diplomaticamente il Qatar ed hanno bloccato tutte le frontiere.

L’accordo firmato ieri a Doha riguarda l’equipaggiamento di sette navi da guerra ed è stato annunciato dal ministro del governo del Qatar, che però non ha fornito molti dettagli, durante una conferenza stampa congiunta con Alfano. I due hanno parlato solo di un accordo che rientra nella cooperazione tra i due Paesi in tema di difesa.

Ma è chiaro che l’acquisto di queste nuove navi è molto importante per il Qatar, che attualmente dispone solo di una piccola Marina con una limitata capacità bellica e che si trova invece ad affrontare rapporti sempre più tesi con l’Arabia Saudita e gli altri Paesi vicini.

Secondo quanto lo sceicco al-Thani ha riferito alla Reuters, le navi saranno costruite dai cantieri navali a partire dal 2018 e che Leonardo Finmeccanica è stata chiamata ad installarvi sistemi d’arma ed equipaggiamenti elettronici. Le navi infatti sono quelle incluse in un preliminare accordo italia – Qatar già siglato nel giugno 2016, che prevedeva la fornitura da parte di Fincantieri di quattro corvette, una nave anfibia e due pattugliatori.

In un tweet Alfano ha salutato l’accordo che, a suo dire, porterà in Italia mille nuovi posti di lavoro.

Questo accordo Italia – Qatar segue peraltro quello firmato nel giugno scorso da Doha con gli Stati Uniti per una fornitura di caccia F-15 del valore di 12 miliardi di dollari.

Secondo il sito Global Security, gli scopi della Marina del Qatar sono solo di pattugliare efficacemente le acque territoriali di quel Paese, compiendovi eventualmente missioni anti pirateria.

Tuttavia, dal 5 giugno scorso il Qatar si trova nel mezzo di una gravissima crisi internazionale, scoppiata dopo che Arabia Saudita, Egitto, Emirati arabi e Bahrein hanno troncato tutti i rapporti con il Qatar, hanno chiuso le frontiere e bloccato tutti i movimenti di persone e merci, nonché il transito degli aerei e delle navi nel loro territorio. Ciò per l’accusa di sostenere gruppi terroristici e di essere troppo vicina all’Iran, accusa che il governo di Doha ha sempre respinto. Per risolvere la crisi, l’Arabia Saudita ha presentato una lista di sei principi generali e di 13 richieste specifiche che il Qatar dovrebbe accettare, per rispettare la politica condotta dai quattro alleati nel Golfo. Tra l’altro, l’Arabia Saudita ha chiesto a Doha anche di chiudere l’emittente televisiva Al-Jazeera e la base dell’esercito turco ospitata in Qatar.

Il ministro al-Thani ha ricordato ieri che anche al recente vertice in Bahrein, domenica scorsa, i quattro Paesi arabi hanno mostrato di non voler risolvere la crisi pacificamente. Dal canto suo, Alfano ha auspicato che il contrasto nel Golfo possa essere depotenziato.

Il Qatar ha un ruolo economico mondiale molto rilevante, dal momento che è il maggior esportatore di gal naturale liquefatto, oltre che esportatore di petrolio, ed ha ingenti investimenti economici e finanziari in tutto il mondo, Italia compresa. Il Qatar inoltre ospita no dei più importanti hub che permettono agli Usa di condurre operazioni militari contro lo Stato Islamico in Iran e Siria.

 

CONDIVIDI
PrecedentePolignano a mare, il 9 agosto torna Meraviglioso Modugno
SuccessivoUsa, turista napoletano ucciso in Arkansas
Pietro Nigro
Giornalista professionista, napoletano, con esperienza di giornalismo su carta, in tv e sul web, nonché di comunicazione e nel mondo dell'impresa. Ha lavorato soprattutto a Napoli dove si è occupato di economia e politica per il Roma, il Denaro e il Corriere del Mezzogiorno. Ha curato uffici stampa e attività di comunicazione istituzionale, tra gli altri, per il parlamentare europeo Ernesto Caccavale, l'Ordine degli Ingegneri di Napoli, l'Associazione nazionale Consulenti tributari di Napoli, il Consorzio nazionale Acciaio, Anida onlus e Itaca ong. Come direttore responsabile, ha fatto nascere l'emittente televisiva calabrese Rete 3, e, come vicedirettore, il nuovo sito di informazione www.scelgonews.it. In precedenza è stato socio fondatore di una nuova impresa di bricchettaggio di lignite in Bashkortostan, di una cooperativa di diversamente abili a Napoli e della prima società italiana di condohotel a Chianciano (Siena). Attualmente collabora con il Sole 24 Ore. Nell'autunno 2015, raccoglie e rilancia l'ennesima sfida professionale: avviare www.Italianotizie24.it, una nuova iniziativa editoriale dal "basso", nata cioè dallo sforzo congiunto di un gruppo di giornalisti di varie parti d'Italia che decidono di "mettersi in proprio" per far nascere il "loro" giornale.