Dai 35 miliardi iniziali ai 200 stimati oggi. E’ il prezzo per tentare l’uscita dalla crisi del Dopo-Covid

Dai 35 miliardi iniziali ai 200 stimati oggi. E’ il prezzo per tentare l’uscita dalla crisi del Dopo-Covid

12 Aprile 2020 0 Di Marino Marquardt

“A naso, 200 Miliardi. Sono quelli che occorrono all’Italia per il dopo-Covid19. 200 Miliardi di Euro per consentire la ripresa delle Attività Produttive dopo mesi di stop, per rianimare le Microimprese, per fronteggiare la Nuova Povertà e per restituire un minimo di tranquillità alle Famiglie”.

E’ quanto scrivemmo il 25 marzo scorso, quando Palazzo Chigi – in merito all’annunciato Decreto di Aprile non ancora definito – faceva filtrare cifre intorno ai 25-30 miliardi per uscire dall’Emergenza. Quisquilie e pinzellacchere avrebbe commentato Totò…

Vedemmo giusto e – perdonate l’autocelebrazione – i conti oggi tornano. Sono gli stessi conti del Premier Giuseppe Conte che oggi fa sapere a chiare lettere che all’Italia occorrono 200 miliardi per provare ad uscire dalla crisi Economica e Occupazionale. Lo fa nell’annunciare il rifiuto al Mes e ai 36 miliardi che questo cosiddetto FondoSalvastati avrebbe portato a debito nelle Casse del Paese.

“Non è il Mes, il problema – scrive Annalisa Cuzzovrea su Repubblica – Non sarà un fondo salva-Stati che potrebbe prestare all’Italia 36 miliardi di euro una tantum la ragione per cui la maggioranza giallo-rossa potrebbe sfaldarsi. Giuseppe Conte ne è certo e continua a puntare tutto sui Recovery bond o comunque li si voglia chiamare. Sulla necessità cioè di avere un debito garantito da tutta Europa che impedisca l’attacco della speculazione. Perché di soldi, ne servono molti di più”.

E il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri conferma: “Il Mes non basta, servono somme molto più ingenti”.

200 miliardi, appunto. La stessa cifra stimata da Italia Notizie circa tre settimane fa.

Ps. “Sopra le Righe”, è il nuovo spazio che mi offre il privilegio di poter esprimere opinioni personali su fatti non necessariamente legati alla quotidianità. Uno spazio eretico in cui i pareri del sottoscritto talvolta potrebbero non apparire coerenti con la linea editoriale di Italia Notizie 24. Voltaire docet…

Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola.

12/04/2020   h.09.45