A Ferrara si gioca come tra scapoli e ammogliati. Tra Spal e Napoli finisce 1 a 2

A Ferrara si gioca come tra scapoli e ammogliati. Tra Spal e Napoli finisce 1 a 2

12 Maggio 2019 0 Di Marino Marquardt

Tra Spal e Napoli a Ferrara vanno in scena 90 minuti inutili, 90 minuti non invitanti neanche per tentare una scommessa.

In campo per onor di firma

Finisce 2 a 1 per gli uomini di Carlo Ancelotti.  E’ già è tanto per un incontro dalle assenti motivazioni emotive. Zero stimolazioni agonistiche e zero significati tecnici soprattutto per il Napoli destinato alla ennesima rifondazione annunciata dalla Premiata Ditta Ancelotti-ADL.

Con Mertens, Insigne e Ounas (vale a dire i tre più brillanti della truppa) lasciati a casa, già nella premessa appaiono cancellate le attese di spettacolo.

A immaginare una bella partita – come è ormai consuetudine – sono soltanto i telecronisti di Sky pagati per vendere il prodotto-calcio.

Noioso e, scialbo il primo tempo,  vivace la ripresa con i padroni di casa mossi da buona volontà e con i partenopei in versione da ultimi giorni di scuola. Lo spirito in campo – insomma – è grosso modo lo stesso di quello che anima i matches dopolavoristici tra scapoli e ammogliati.

Inascoltabili le disquisizioni tecnico-tattiche dei venditori di Sky: cercano di interpretare la partita come se fosse una finale di chissà quale prestigioso torneo.

A ravvivare a sprazzi la contesa ci pensa Younes, il brillante ex Ajax. Con spunti personali in area il fantasista tedesco regala emozioni ai tifosi napoletani e brividi a quelli di casa. Ma pecca in eccessivo individualismo, il Giovanotto.

Nel primo tempo squadre in campo per onor di firma e minimo sindacale al livello di gioco.. Cambia la scena nella ripresa. Al 49′ ci pensa Allan ad onorare il secondo posto in classifica del Napoli.

Il meglio la Spal lo esprime nell’ultimo quarto d’ora, fino al punto di guadagnarsi il rigore che Petagna trasforma all’84’. Un battito d’ali e Mario Rui sigla il risultato finale.  Accade all’88’.

Vince il Napoli.

Tutto il resto è caos, tutto il resto è roba per irriducibili adoratori del dio pallone. Lapsus della difesa napoletana inclusi…

12/05/2019   h.20.00