Bangladesh, sventato dirottamento: terrorista ucciso dai commandos

Bangladesh, sventato dirottamento: terrorista ucciso dai commandos

24 Febbraio 2019 0 Di Pietro Nigro

Reparti speciali del Bangladesh hanno assaltato un aereo della Biman Bangladesh Airlines dirottato e fatto atterrare all’aeroporto internazionale di Shah Amanat a Chattogram: ucciso il dirottatore.

Bangladesh, assalto all’aereo dirottato: bloccato il terrorista

E’ durato otto minuti il blitz dei commandos che ha posto fine al dirottamento di un volo della Biman Bangladesh Airlines atterrato all’aeroporto internazionale di Shah Amanat a Chattogram, in Bangladesh: i commandos delle forze speciali hanno assaltato l’aereo e bloccato il dirottatore, apparentemente uno squilibrato, che aveva tenuto un ostaggio un membro dell’equipaggio.

L’aereo dirottato è un Boeing 737 partito da Dhaka per Dubai. Venti minuti dopo il decollo, l’uomo, dall’apparente età di circa 20 – 25 anni e presumibilmente bengalese perché parlava in Bangla, ha messo in atto il suo gesto.

Il giovane, a quanto si è appreso, era stato già notato per i suoi comportamenti strani, e l’equipaggio aveva allertato le autorità. Poi avrebbe forzato l’ingresso della cabina di pilotaggio mentre l’aereo era in volo e tentato di entrare. Secondo alcune testimonianze, avrebbe anchwe sparato alcuni colpi di pistola contro la porta, senza riuscire ad aprirla.

L’uomo, che ha detto di chiamarsi Mahadi, avrebbe urlato di voler parlare con il primo ministro del Bangladesh, Sheikh Hasina, e di avere avuto problemi personali con sua moglie.

Per questo il comandante ha condotto il suo aereo all’aeroporto internazionale di Shah Amanat di Chittagong, dove è stato circondato dalle forze di sicurezza locali, insieme a squadre cinofile, ed è stata avviata una trattativa, mentre l’aviazione civile ha bloccato tuti i voli in partenza e in arrivo dallo scalo.

A quanto sembra, mentre l’uomo è stato intrattenuto al telefono dalle autorità, il resto dell’equipaggio e i passeggeri sono riusciti ad uscire dalle uscite di sicurezza dell’aereo. L’uomo, invece, non avrebbe fatto altra richiesta che di parlare con il primo ministro.

“Abbiamo cercato di arrestarlo o farlo consegnare, ma lui ha rifiutato e poi gli abbiamo sparato – ha poi spiegato il maggiore generale S M Motiur Rahman dell’esercito del Bangladesh durante una riunione convocata nello stesso aeroporto – l’intera operazione è durata otto minuti. Abbiamo provato a parlargli, ma ha preso una posizione offensiva. I nostri commando dovevano muoversi rapidamente. Hanno agito. È stato portato fuori ferito, ma in seguito è morto”.

La ricostruzione delle autorità sembra escludere che si tratti di un dirottamento terroristico. L’uomo, infatti, sebbene armato di pistola e forse di esplosivi, sembrerebbe più essere uno squilibrato. e sin dal decollo ha assunto diversi comportamenti sospetti, che hanno attirato l’attenzione dell’equipaggio che ha dato l’allarme, come ha riferito ad un giornale bengalese il segretario dell’aviazione civile Mohibul Haque.

“Il pilota ha fatto un atterraggio di emergenza. Tutti i passeggeri sono stati evacuati – ha detto il funzionario – Per tutto il tempo, i membri delle forze dell’ordine hanno circondato l’aereo e l’aeroporto; e hanno evacuato tutti i passeggeri in sicurezza. Verso le 19:25, il dirottatore è stato arrestato ed era ferito”.

Ad un certo momento, infatti, le autorità hanno fatto intervenire le forze speciali. Al momento del raid, l’uomo era a bordo, solo e con un unico ostaggio, un componente dell’equipaggio, perché invece tutti i 142 passeggeri e il personale di bordo si erano liberati uscendo illesi dall’aereo attraverso le uscite di sicurezza. L’uomo è stato circondato ed invitato ad arrendersi, ma ha minacciato di sparare, provocando la reazione dei commandos.

Il maresciallo dell’Aviazione aerea Nayeem Hasan, presidente dell’Autorità per l’aviazione civile del Bangladesh, ha detto che il dirottatore aveva una pistola e esplosivo attorno al suo corpo, anche se non è ancora chiaro se fossero finti o veri. Non è chiaro come l’uomo sia riuscito a portare a bordo la pistola, ed una indagine è stata annunciata per appurarlo.

Il video pubblicato dal Daily star dell’aereo circondato dalle forze di sicurezza.