Carneide? doverosa risposta a un articolo di invettive

Carneide? doverosa risposta a un articolo di invettive

08 Luglio 2020 0 Di Corrado Corradi

Doverosa risposta di Corrado Corradi ad un articolo di invettive pubblicato ieri su Italia Notizie 24 da Marino Marquardt.

«Corrado Corradi come Carneade… Hum Carneade, chi è costui… »

Si vede che il Marquardt è stato punto sul vivo dalle mie considerazioni (pubblicate ieri e leggibili nell’articolo Quattro ragioni per non inchinarsi a questo link n.d.r.) sennò non gli sarebbero “scappati i cavalli” così come dimostra nelle sue accuse nei miei confronti (pubblicate sempre ieri su Italia Notizie 24 in questo altro articolo, n.d.r.).

Francamente, chi il Marquardt pensa che io sia, “nun me ne puo’ fregà de meno… Ma confermo: si, non sono un giornalista, sono solo uno che probabilmente ha qualcosa da dire come lo direbbe chiunque in un Paese libero… libero dai Marquardt.

Una cosa mi preme sottolineare, io posso attestare di non essere razzista, sono felicemente accasato con un’araba musulmana e molti tra i miei più cari amici si chiamano Moustapha, Ali, Mohammed, Kalumbo, Kasuggia, Revérien.

Non son sicuro invece che il Marquardt possa fornire altrettante prove di non essere uno dei tanti disonesti intellettuali o schiavi del mainstreem modaiolo del momento, per cui si arriva addirittura ad abbattere la statua del suprematista Cristoforo Colombo.

Saluti a Lei Sig. Marquardt, via… sbollisca un po’ la sua incazzatura, io non avevo intenzione di offenderla ma solo di sottolineare che, anche se non mi inginocchio, non sono razzista ed ero convinto, e lo rimango, che solo un idiota può considerarmi tale.