E’ la giornata della bomba politica. Arrivano i Democratici, Renzi se la fa addosso

E’ la giornata della bomba politica. Arrivano i Democratici, Renzi se la fa addosso

19 Febbraio 2020 0 Di Marino Marquardt

“Arriva la bomba che scoppia e rimbomba”, cantava Johnny Dorelli… Mai Refrain fu più azzeccato per una giornata come questa di oggi, per una giornata di annunciate fragorose bombe politiche. Staremo a vedere…

Bombe o fetecchie in uno strano Paese, il nostro. Un Paese da mesi agitato da due Soggetti Politici che traggono le rispettive forze dai numeri che esprimono in Parlamento in contrapposizione a quelli che indicano i sondaggi sul loro conto. Sono due bolle M5s e Italia Viva.

Bolle ben vive nelle Aule Parlamentari destinate a dissolversi nelle urne.

M5s e Italia Viva hanno un numero di Parlamentari superiore ai consensi reali. Al 14 per cento i Cinquestelle, al 4 Italia Viva. Ma –  nonostante ciò – hanno cercato fino a ieri di dettare Legge.

Ma accadeva ieri…

I tempi rapidi della Politica oggi propongono infatti un nuovo scenario con colpo a sorpresa.

Uno scenario nuovo nel quale la spifferata sfiducia annunciata da Matteo Renzi nei riguardi del Premier Giuseppe Conte risulterà come uno di quei petardi che fanno “fetecchia”, che non esplodono…

Spifferi e bene informate Voci di Dentro annunciano infatti l’arrivo dei “Responsabili” oggi ribattezzati “Democratici”.

Guidati da Paolo Romani – secondo preveggenti analisti – con un colpo solo faranno fuori Matteo Renzi col suo partitino Italia Viva e con lo stesso colpo demoliranno i sogni di Matteo Salvini. Si ridimensioneranno così gli orizzonti e le ambizioni dell’ex Capo Scout; si profilerà lo sfinimento propagandistico per Matteo Salvini. Nè le due nuove adesioni a Italia Viva – Tommaso Cerno dal Pd e Michela Rostan da Leu – faranno mutare lo scenario di Governo. Il Partitino di Renzi resterà una bolla parlamentare (30 deputati e 18 senatori) destinata a dissolversi nelle urne.

Italia Viva – insomma – farà la fine dei miraggi. E Matteo Renzi quella della Fata Morgana…

Fuori gioco i Due Mattei, la flebo ricostituente che sarà somministrata dalla pattuglia di Centristi post berlusconiani finirà con allungare la vita alla Legislatura ma non potrà cancellare i problemi presenti nei rapporti tra M5s e Pd. A cominciare dal discorso aperto sulle eventuali alleanze per le prossime Elezioni Regionali.

Detto ciò, in questo scenario, il permanere dell’equivoca negazione “Né di Destra Né di Sinistra” dei Cinquestelle continua a rappresentare un grosso ostacolo sulle trattative tra i Due Maggiori Alleati di Governo.

Un ostacolo che può essere rimosso soltanto dall’allontanamento dalla cabina di regia di Luigi Di Maio e dal conseguente relativo ridimensionamento. E’ questa la condizione necessaria per tentare la risalita nei consensi e per cercare di  marcare importanti presenze territoriali.

Sempre che – ovviamente – i Cinquestelle non abbiano deciso di sbaraccare a fine Legislatura…

Ps. “Sopra le Righe”, è il nuovo spazio che mi offre il privilegio di potermi esprimere in prima persona su fatti non necessariamente legati alla quotidianità. Uno spazio eretico in cui le opinioni del sottoscritto talvolta non appariranno coerenti con la linea editoriale di Italia Notizie 24. Voltaire docet…

Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola.

19/02/2020    h.12.00