Elezioni del 3-4 ottobre 2021, ecco tutti i risultati

Elezioni del 3-4 ottobre 2021, ecco tutti i risultati

05 Ottobre 2021 0 Di Tommaso Corno

Tornata elettorale del 3-4 ottobre 2021, ecco i risultati delle suppletive Camera a Roma, delle Regionali in Calabria e delle sfide nelle principali città.

È un importante test elettorale, quello delle Amministrative del 3-4 ottobre 2021, sia per le varie coalizioni in campo, sia perché in qualche modo rappresenta il primo banco di prova per i partiti che sostengono il governo Draghi.

Nel corso delle giornate di domenica e lunedì, molti cittadini sono stati chiamati alle urne per le elezioni suppletive nel Collegio di Roma nord e Siena per la Camera, le elezioni regionali in Calabria e per la nomina dei sindaci di 1.157 comuni, fra cui Roma, Milano, Napoli, Torino e Bologna.

Suppletive per la Camera: Csx in pole a Primavalle (Roma), Letta vince a Siena

Le elezioni suppletive per la camera dei deputati, tenutesi sia a Roma che a Siena, sembrano puntare verso una netta vittoria del centrosinistra. Nella città Toscana è già ultimato lo scrutinio di tutti i seggi, sancendo così la vittoria di Enrico Letta con il 49,92% dei voti. Il segretario dem ha festeggiato la vittoria insieme ai dirigenti locali del partito in Piazza del Campo, con l’accoglienza fra gli applausi di un gruppo di sostenitori.

 

Anche a Roma la partita sembrerebbe essere virtualmente chiusa. Il candidato di centrosinistra nel collegio Primavalle, Andrea Casu, si trova in netto vantaggio sul rivale di centrodestra Pasquale Calzetta, quando restano da scrutinare solamente tre sezioni. I voti espressi a favore di Casu, al momento, si attestano intorno al 43%, sei punti percentuali in più rispetto alla sua controparte.

Elezioni regionali in Calabria, Occhiuto fortemente avanti con poche sezioni da scrutinare

Sembra essere già tutto deciso anche in Calabria, dove le elezioni regionali si sono tenute in anticipo a causa della morte della presidente Jole Santelli ad ottobre dello scorso anno. Il candidato di centrodestra, Roberto Occhiuto, conta per il momento il 54,41% dei voti, quando rimangono poco più di 100 sezioni su 2.421 da scrutinare.

Forza Italia festeggia già la vittoria, con il coordinatore Antonio Tajani che si è espresso in maniera molto positiva rispetto alla scelta del candidato:

“La scelta di Roberto Occhiuto quale candidato alla presidenza della Regione Calabria da parte di Silvio Berlusconi si è rivelata vincente ancora una volta”

Resta un po’ di amaro in bocca, invece, per Luigi de Magistriis, che conclude la corsa elettorale al terzo posto, dietro ad Amalia Cecilia Bruni, ottenendo poco meno del 17% dei voti.

A Roma si va verso il testa a testa Michetti-Gualtieri, Calenda sotto il 20%

Le elezioni amministrative di Roma, dopo lo scrutinio di 1.603 su 2.603 sezioni, finiranno con ogni probabilità in un ballottaggio. I candidati in testa al momento sono Enrico Michetti (cdx) e Roberto Gulatieri (csx), che si attestano rispettivamente al 30,56% ed al 27%.

Si continua ad assottigliare invece la distanza fra la sindaca uscente, Virginia Raggi (19,63%) ed il leader di Azione, Carlo Calenda (18,86).

Nel frattempo, la Lega si è già fatta sentire in vista del ballottaggio (previsto per il 14 ottobre), dichiarandosi ancora in gioco e mettendo in dubbio il passaggio dei voti espressi a favore di Raggi e Calenda al centrosinistra. La battaglia per Roma resta dunque aperta, anche se sembra già chiaro il risultato di questo primo turno.

 

A Milano Sala si avvicina alla vittoria al primo turno

Dopo lo scrutinio di oltre tre quarti delle sezioni nel capoluogo lombardo, il sindaco uscente Beppe Sala sembra avvicinarsi sempre di più alla vittoria al primo turno nelle elezioni amministrative con l’affluenza più bassa mai registrata (47%). Lo spoglio dei voti lo piazza attualmente al 57%, con un ampio vantaggio rispetto al candidato di centrodestra, Luca Bernardo (32,44%).

Per la dirigenza del PD si tratta di una vittoria importante. “Per la prima volta si può battere la Lega in tutta la Lombardia“, ha commentato il capolista dem Pier Maran, unendosi all’eco di grande ottimismo espresso da tutto il centrosinistra lombardo.

 

Napoli punta sul centrosinistra, vantaggio incolmabile di Manfredi

Elezioni dalla bassissima affluenza anche a Napoli, dove il candidato di centrosinistra, Gaetano Manfredi, ha accumulato un vantaggio sufficiente per dare la certezza della sua elezione. Al momento, l’ex rettore della Federico II si attesta ad oltre il 63% dei consensi, superando di oltre 40 punti percentuali tutta la concorrenza.

Alla festa tenutasi in Piazza Municipio hanno partecipato esponenti di rilievo del MoVimento 5Stelle, fra i quali Giuseppe Conte e Luigi di Maio. Ora si attende solamente l’ufficialità del risultato, che si avrà solamente dopo lo scrutinio di tutte le sezioni.