Gregoretti, i casi sono tre: o Salvini ha salvacondotto in tasca, o è in delirio di onnipotenza o è matto

Gregoretti, i casi sono tre: o Salvini ha salvacondotto in tasca, o è in delirio di onnipotenza o è matto

21 Gennaio 2020 0 Di Marino Marquardt

Vicenda della Nave Militare Gregoretti, sulla spavalderia esibita Urbi et Orbi dal Leader della Lega i casi sono tre: o Matteo Salvini ha già il Salvacondotto in tasca per evitare il processo, salvacondotto rappresentato dal prossimo voto al Senato con eventuale pilotata modalità segreta grazie ai buoni uffici di Denis Verdini; o è travolto da delirio di onnipotenza ritenendosi a breve futuro Padrone del Governo e con le facoltà – dunque – di far cancellare la Legge Severino (quella che impedisce ai condannati in primo grado di candidarsi) e con quella di far ripristinare la Legge sulla Prescrizione; o – infine – il Personaggio è matto da legare.

Soltanto così si può spiegare il ribaltamento della condizione psicologica del Leader della Lega. Dalla strizza e dai piagnucolii di qualche mese fa sul caso della Nave Diciotti trattenuta al largo per giorni col suo carico di naufraghi alla tracotanza appalesata in questi giorni sulla vicenda Gregoretti, la Nave Militare costretta alla fonda per giorni nonostante fosse zeppa di disperati in condizioni estremamente precarie.

Una storiaccia di Disumanità scritta dal Truce Capo Religioso della Lega, una storiaccia che ha indignato e ancora indigna la parte moralmente sana del Paese.

21/01/2020   h.08.45