I quattro moschettieri del Centrodestra chiudono la campagna elettorale

I quattro moschettieri del Centrodestra chiudono la campagna elettorale

01 Marzo 2018 0 Di Marino Marquardt

I quattro moschettieri del Centrodestra Berlusconi, Salvini, Meloni e Fitto chiudono a Roma la campagna elettorale.

I qiattro moschettieri del Centrodestra chiudono la campagna elettorale

Silvio Berlusconi, Raffaele Fitto, Giorgia Meloni, Matteo Salvini. I quattro moschettieri del Centrodestra si ritrovano sul palco del Tempio di Adriano per una foto d’epoca.

Un flash al quale avrebbero volentieri rinunciato. Sono in guerra il Capo leghista, il Frodatore di Arcore e la leader di Fratelli d’Italia.

Ma per amor di Rosatellum fingono di andare d’amore e d’accordo. Almeno in pubblico.

“Siate missionari del Lazio. Andate tutti a votare. Andate a prelevare pure le vostre zie vecchiette e portatele a votare…”.

E’ l’appello che sembra uscito da uno sketch, questo di Berlusconi.

La Meloni, dal canto suo, mente sapendo di mentire. E rilanciando la sua improbabile candidatura definisce i ministri di Luigi Di Maio “malcapitati” e poi annuncia l’intenzione di istituire il ministero della Giustizia sociale, del Turismo, del Made in Italy, del Lavoro e delle professioni.

E il crociato Salvini insiste “Chi si vergogna radici cristiane ha sbagliato Paese”.

Non ha però tra le mani né il rosario, né il Vangelo né la Costituzione.

Frammenti di uno spettacolo di infinita tristezza recitato da polverosi interpreti di un vecchio copione con promesse già ascoltate.

Cala mestamente il sipario sulla campagna elettorale del Centrodestra. Una chiusura “anti-inciucio”, assicura la Meloni. Una chiusura senza acuti e senza rilanci di promesse. Soltanto un ricordo le oceaniche chiusure happening di una volta. Altri tempi…