Il forzato letargo non stravolge i valori espressi dal Campionato nell’era Pre-Covid. Il Napoli passa anche a Verona, 2 a 0

Il forzato letargo non stravolge i valori espressi dal Campionato nell’era Pre-Covid. Il Napoli passa anche a Verona, 2 a 0

23 Giugno 2020 0 Di Marino Marquardt

Seppure con le rispettive Manovre a tratti ossidate – a giudicare dai primi risultati registrati alla ripresa dell’attività – viene subito da osservare che il forzato stop lungo tre mesi a causa della Pandemia non ha stravolto i valori espressi dal Campo nell’Era Pre-Covid.

La fine del Letargo ha consegnato al Campionato le Prime della Classifica in grande spolvero. Smentiti per ora Cassandre e Profeti di Sventure. Smentiti gli Iettatori che avevano lasciato temere danni incalcolabili sui muscoli degli arti inferiori dei Gladiatori della Pedata.

Dopo la conferma di oggi a Verona dello stato di grazia del Napoli, per quanto riguarda i primi sei posti che valgono i Passaporti Europei per la Champions e l’Europa League restano da valutare soltanto le due Romane, entrambe impegnate domani sera.

Per la Lazio sarà un Esame di Maturità quello che sosterrà contro la scatenata Atalanta nell’occasione priva di Gasperini in panchina, l’Allenatore squalificato per intemperanze durante la recentissima vendemmiata di gol della propria Squadra contro il malcapitato Sassuolo.

Detto ciò, con già in tasca la Qualificazione all’Europa League grazie alla Conquista della Coppa Italia, il Napoli a Verona ha confermato lo stato di grazia derivante dalla cura prescritta e imposta da Rino Gattuso.

Da Squadra Molliccia, Demotivata e con Interpreti in cerca d’Autore a Compagine Coriacea, Determinata, che sa quello che vuole avendo ritrovato consapevolezza dei propri mezzi-. Questo Napoli di Gattuso ha ripreso il Ruolo che la Carta gli aveva assegnato alla vigilia della Stagione, quel Ruolo e quella Carta miseramente stracciati e oltraggiati dall’obbligo del turn over, ignobile dovere contrattuale accettato da Carlo Ancelotti e colpevolmente taciuto dai Cantori del Palmares del fin troppo accondiscendente Allenatore al Volere del Padrone.

Il pimpante Milan non demorde, insegue il Napoli per ottenere l’ultimo Lasciapassare per l’Europa League. Compito improbo vista la determinazione dei Partenopei. A Verona una zuccata di Milik – il Centravanti con la valigia – e un tocco di Lozano allo scadere risolvono la pratica con i Padroni di Casa. Gli uomini di Rino Gattuso col Passaporto già in tasca per l’Europa League vanno in campo per onor di firma, per divertirsi e per allenarsi in vista del match di Champions col Barcellona. Quanto basta per allungare il filotto di risultati positivi…

Ps. “Sopra le Righe”, è il nuovo spazio che mi offre il privilegio di poter esprimere opinioni personali su fatti non necessariamente legati alla quotidianità. Uno spazio eretico in cui i pareri del sottoscritto talvolta potrebbero non apparire coerenti con la linea editoriale di Italia Notizie 24. Voltaire docet…

Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola. La maiuscola – insomma – funge da sotttolineatura. Chiedo venia a Quelli della Crusca,,,

23/06/2020     h.21.00