Il Governo Conte ha giurato. La fiducia Martedì al Senato e mercoledì alla Camera

Il Governo Conte ha giurato. La fiducia Martedì al Senato e mercoledì alla Camera

01 Giugno 2018 0 Di Marino Marquardt

I ministri del governo Conte hanno giurato. Esaurite le formalità dalla settimana prossima subito al lavoro.

E in serata la Festa nei giardini del Quirinale…

Martedì al Senato, mercoledì alla Camera. Sono le ultime due formalità da osservare prima del via libera ufficiale all’attività del Governo gialloverde guidato da Giuseppe Conte. Si voterà la fiducia nelle Aule di Palazzo Madama e di Montecitorio con i voti favorevoli di M5s e Lega, con l’astensione di Fratelli d’Italia e i voti contrari del Pd, di Forza Italia e Leu.

Un Primo Giugno imperniato sul giuramento del Premier e dei Ministri al Quirinale, sul successivo insediamento a Palazzo Chigi di Conte con conseguente passaggio della campanella dalle mani del suo predecessore Paolo Gentiloni alle proprie, con la prima riunione del Consiglio dei Ministri dal carattere puramente formale.

Non potevano mancare tra sorrisi e strette di mano, le bollicine finali in occasione del ricevimento al Quirinale per la Festa della Repubblica di domani, 2 Giugno.

Il Governo ha assunto dunque i pieni poteri nella giornata caratterizzata anche dalla miseria intellettuale di rosiconi mediatici e di esponenti delle opposizioni ormai allo sbando.

Penosa la manifestazione promossa dagli Zombie del Nazareno; penose le argomentazioni di Forza Italia che ribadisce l’unità di un Centrodestra che non c’è più, pudico il silenzio degli esponenti di Leu.

Archiviate le formalità, dalla prossima settimana d’obbligo rimboccarsi le maniche. Al lavoro col “contratto” bene in vista. Vi sono riforme a costo zero, altre a costi altissimi. Come Reddito di Cittadinanza e Flat tax. Guai a sbagliare nel far di conto. E guai a sbagliare la partenza. In tanti aspettano il Governo gialloverde al varco…