Industria, Windows e Azure sposano Opc Ua

Industria, Windows e Azure sposano Opc Ua

25 Aprile 2016 0 Di Pietro Nigro

Annuncio all’Hannover Messe 2016: Microsoft sta lavorando con la Fondazione Opc per rendere i suoi software Windows 10 e Azure con compatibili e interoperabili con lo standard delle attrezzature industriali Opc Ua.

Industria, Microsoft adotta lo standard Opc Ua

Un altro passo avanti nel mondo dell’interoperabilità dell’Internet of things. Alla Hannover Messe che si è aperta oggi, Sam George, direttore dell’Azure Internet of things di Microsoft ha annunciato che il colosso di Bill Gates, presente al padiglione 7 della Fiera di Hannover, sta collaborando attivamente con la Fondazione Opc per ampliare l’interoperabilità tra le attrezzature industriali e i software compatibili con lo standard Opc Ua. Insomma, saranno milioni le applicazioni, gli apparecchi e le attrezzature utilizzati dall’industria manifatturiera mondiale che dovrebbero poter dialogare sempre di più e sempre meglio tra di loro e soprattutto con i computer che utilizzano Windows 10 e il cloud Azure.

L’interoperabilità tra dispositivi e risorse è una delle sfide più importanti dell’Internet of things ed è fondamentale per la fabbrica moderna, che sta rinnovando impianti e macchinari e sta portando on line vecchi e nuovi sistemi.

Sviluppato dalla Opc Fundation, l’Opc Ua, Open platform Communications United Architecture è la più recente piattaforma sviluppata per fornire metodi di comunicazione standardizzata e sicura tra i vari apparecchi e dispositivi utilizzati dall’industria, indipendentemente dalla tecnologia che utilizzano.

Opc Ua è uno standard ampiamente accettato per connettere e far dialogare il complesso mondo dei dispositivi utilizzati nel mondo dell’automazione industriale. Se ora anche microsoft lo accetta ed adotta per il sistema operativo Windows 10 e per il cloud Azure,significa che lo standard Opc Ua ha pressoché raggiunto il traguardo della sua generale accettazione da parte del mondo dell’Information technology.

 

Dal momento che estende la sua assistenza anche al software open source Opc Ua, Microsoft amplia la propria offerta di internet of things, passando dalla semplice connettività locale tra i dispositivi Windows alla connettività in cloud tramite la piattaforma Microsoft Azure. L’integrazione con Azure Iot consente agli utilizzatori di inviare facilmente i dati Opc Ua al cloud Azure, nonché di comandare e guidare apparecchiature a distanza dal cloud  Inoltre, tutti i device Windows 10 che utilizzano la piattaforma universale di Windows saranno in grado di connettersi e comunicare tranquillamente con altri dispositivi tramite l’Internet of things Opc Ua.

Quando l’industria 4.0 raggiunge un punto di svolta, noi crediamo che apertura e interoperabilità tra hardware, software e servizi aiuteranno i produttori a trasformare il modo in cui operano e creano soluzioni che aumentano la produttività dei dipendenti – ha dichiarato Sam George – Se Azure e Windows supportano lo standard Opc Ua, sarà possibile ridurre gli ostacoli all’adozione dell’Internet of things nel contesto industriale e contribuire a fornire immediatamente valore”.

E l’annuncio di Microsoft è stato salutato con favore anche dalla Fondazione Opc.

Opc Ua è ampiamente riconosciuta come la tecnologia di comunicazione fondamentale per l’industria 4.0 – ha detto Thomas J. Burke, presidente e direttore esecutivo della Fondazione Opc – Il supporto di Microsoft per gli standard che favoriscono l’innovazione degli oggetti, e in particolare per la Opc e la successiva Opc Ua si traduce in comunicazioni più semplici, dirette e sicure tra i controllori logici programmabili dell’officina e i piani alti dell’Information technology”.