Mala tempora per Babbo Renzi. La lente di ingrandimento della Procura sulla Marmodiv

Mala tempora per Babbo Renzi. La lente di ingrandimento della Procura sulla Marmodiv

21 Febbraio 2019 0 Di Marino Marquardt

Mala tempora per l’inquietante Babbo pasticcione dalle sfumature mefistofeliche. Secondo le carte dell’inchiesta Tiziano Renzi e “Lalla” Bovoli – genitori di Matteo – sarebbero nei guai seri. Checché scriva e giuri su facebook il “maneggione” (così lo definiscono a Rignano sull’Arno ndr) Tiziano da tre giorni agli arresti domiciliari con la consorte.

Intanto la Procura porta avanti un altro filone d’ indagine. Le investigazioni riguardano la Marmodiv, la cooperativa di cui i Renzi sarebbero stati, almeno sino al marzo scorso, gli amministratori di fatto e che sarebbe stata usata per emettere centinaia di migliaia di euro di fatture false al fine “di consentire alla srl Eventi 6 l’evasione delle imposte sui redditi e sul valore aggiunto”. Per cinque di questi documenti contabili dell’importo nominale di 250mila euro sono indagati i due genitori, il neo presidente Aldo Periale e il nipote di Laura Bovoli, Paolo Terreni, impiegato nella ditta. Ma le accuse non sono solo queste.

Un intricato mixer di scatole cinesi, un vortice di cooperative attorno alla Eventi6, la società attorno alla quale – tra lavoro nero e fatturazioni false – sarebbero maturati gli affari di famiglia.

21/02/2019  h.09.50