Mondiali di sci: ancora Kriechmayr! Beffa Paris, arriva quarto

Mondiali di sci: ancora Kriechmayr! Beffa Paris, arriva quarto

14 Febbraio 2021 0 Di Tommaso Corno

Ai Mondiali di sci di Cortina l’austriaco Kriechmayr centra il bis dopo la vittoria in super g. Giù dal podio gli azzurri, che pagano gli errori commessi in gara.

Mondiali di sci, le Frecce Tricolori non bastano a cambiare la sorte degli azzurri

Cortina 2021 Campionati mondiali id sci alpino. Frecce Tricolori a Cortina d'Ampezzo 14/02/2021 (Photo: Pentaphoto Marco Trovati).

Cortina 2021 Campionati mondiali id sci alpino. Frecce Tricolori a Cortina d’Ampezzo 14/02/2021
(Photo: Pentaphoto Marco Trovati).

Vedere il cielo limpido di Cortina d’Ampezzo riempirsi col tricolore dipinto dalla Pattuglia Acrobatica Nazionale – che inaugura oggi il suo sessantesimo anno di attività – ha fatto sognare i tifosi italiani, che già immaginavano la bandiera spostarsi dall’azzurro del cielo a quello del podio in fondo alla “Vertigine”, dove oggi si è svolta la gara di discesa libera dei Mondiali di sci alpino.

Ma il podio non arriva, ed inizia ad insidiarsi il pensiero che questi Mondiali siano maledetti per i nostri atleti: zero podi su quattro gare disputate rappresentano un risultato sicuramente deludente.

Il dispiacere più grande è proprio quello di vedere Dominik Paris, primo nelle prove di ieri, finire giù dal podio. Un quarto posto, il suo, che sa veramente di beffa. L’azzurro è stato velocissimo in tutti i passaggi intermedi fatta eccezione per le quattro porte precedenti al salto Vertigine, che già nel super-g si era procurato un certa infamia a causa della difficoltà nella quale aveva messo molti sciatori.

Paris, infatti, si è trovato a dover rincorrere la traiettoria ideale, perdendo molta velocità ed accumulando oltre un secondo di ritardo proprio in quelle quattro curve. Un’ulteriore scivolata nel “Vallone Schuss” chiude di fatto la sua gara, anche se nella seconda metà della discesa “Domme” si è reso artefice di un recupero formidabile, che riduce il suo distacco a soli sessantaquattro centesimi di secondo.

Quelli di Paris sono errori gravissimi nell’economia di una gara, ma diventano quasi perdonabili quando vengono messi nel contesto della gara e delle condizioni della pista. Quasi tutti gli atleti scesi dopo l’azzurro, che è partito con il pettorale numero tre, hanno infatti commesso lo stesso errore, ed anche quelli che sono riusciti a mantenere una linea corretta, come lo svizzero Beat Feuz (terzo), hanno perso moltissimo tempo in quel passaggio.

Il bis di Kriechmayr e le polemiche sul tracciato

Cortina 2021 Campionati mondiali di sci alpino, Cortina d'Ampezzo 14/02/2021: Vincent Kriechmayr (Austria) oro alla discesa libera (Photo: Pier Marco Tacca/Pentaphoto).

Cortina 2021 Campionati mondiali di sci alpino, Cortina d’Ampezzo 14/02/2021: Vincent Kriechmayr (Austria) oro alla discesa libera (Photo: Pier Marco Tacca/Pentaphoto).

Non può essere un caso che proprio quelle stesse curve, che dal Valon di Tofana portano al salto, sono state oggetto di grandi polemiche nei giorni scorsi, costringendo l’organizzazione a diminuire la curvatura del tracciato.

Con una neve così aggressiva e gli sci da discesa ai piedi, affrontare in piena conduzione quel tratto di pista senza perdere troppa velocità diventa pressoché impossibile.

E su una pista che per conformazione naturale tende a generare tempi di arrivo vicinissimi, è impensabile che quattro porte possano penalizzare così tanto chi sbaglia, favorendo invece i primi atleti in gara, che si sono trovati con una presa migliore sulla neve e di conseguenza un maggior controllo della curva.

Con quelle porte, la discesa di Cortina si è snaturata, diventando quasi un secondo super-g.

Parlando di super-g, ad aggiudicarsi il titolo è proprio il vincitore di tre giorni fa, Vincent Kriechmayr, che completa così un bis da sogno.

L’austriaco, sceso per primo, è rimasto in perfetto controllo per tutta la discesa, disegnando una traiettoria perfetta sul tratto di gara “incriminato” e commettendo un’imprecisione solo sul Canalone Schuss, dove però sono stati in molti a subire le vibrazioni causate dalle scanalature formatesi sul manto nevoso.

Ad arrivare secondo è il tedesco Andreas Sander, atleta in grande crescita, che si vede preceduto da Kriechmayr per un solo centesimo.

Cortina 2021 Campionati mondiali di sci alpino - Cortina d'Ampezzo 14/02/2021: discesa libera maschile, Vincent Kriechmayr (Austria), Andreas Sander (Germania), Beat Feuz (Svizzera). (Photo: Pentaphoto Gio Auletta).

Cortina 2021 Campionati mondiali di sci alpino – Cortina d’Ampezzo 14/02/2021: discesa libera maschile, Vincent Kriechmayr (Austria), Andreas Sander (Germania), Beat Feuz (Svizzera). (Photo: Pentaphoto Gio Auletta).

L’Italia non riesce a brillare, paura per Schieder

Per quanto riguarda gli altri italiani, Christof Innerhofer si è classificato sesto con una discesa soddisfacente, ma nella quale si è vista una grande rigidità fisica.

Dopo l’infortunio che lo ha tenuto fermo l’anno scorso, Innerhofer deve ancora ritrovare scioltezza e determinazione, ma sicuramente la strada intrapresa è quella giusta per tornare ai livelli stratosferici di due anni fa.

La notizia peggiore arriva da Florian Schieder. Il giovane sciatore italiano è stato vittima di una brutta caduta, dopo la quale è rimasto a terra toccandosi il ginocchio sinistro.

Il sospetto è quello di una rottura del legamento crociato, un infortunio che veramente non ci voleva e che colpisce ulteriormente un vivaio azzurro già ridotto male.

Non sono stati, finora, i Mondiali che ci aspettavamo. Vedere Paris fuori dal podio oggi è stata sicuramente una delusione grandissima per molti, ma i giochi non sono ancora chiusi, e gli azzurri sono sicuramente pronti a dare tutto per risollevarsi dopo questo avvio a rilento, a partire dalla combinata alpina che avrà luogo domattina.