Nave Gregoretti, il Pm della Procura di Catania chiede archiviazione per Salvini. Deciderà il Tribunale dei Ministri.

Nave Gregoretti, il Pm della Procura di Catania chiede archiviazione per Salvini. Deciderà il Tribunale dei Ministri.

21 Settembre 2019 0 Di Marino Marquardt

Diciamo la verità, fa quasi tenerezza il Truce ex Sequestratore di bambini, donne e uomini mentre descrive il quadretto familiare nel momento in cui riceve la busta inviata dalla Procura di Catania. I suoi sforzi improntati alla bonomia tra toni bassi, scatti involontari del capo e sorrisi posticci sfiorano il patetico.

L’ex Ministro indossa i panni della bonomia

Racconta su Facebook: “Sabato pomeriggio, a casa coi bimbi a fare i compiti e guardare i cartoni, suonano alla porta e ti consegnano una busta chiusa che arriva dalla Procura di Catania… Mah… Che dite, buone o cattive notizie? La apriamo insieme più tardi e ne parliamo. Paura? Di niente e di nessuno!”.

Quello ispirato a Celestiale Serenità è l’ultimo abito  che gli spin doctor gli hanno cucito addosso. E’ l’ultimo inganno di uno che della Disumanità e della Crudeltà verso i Deboli ha fatto il suo forte. E’ l’ultima sceneggiata di Matteo Salvini, oggi nuovamente destinatario di una comunicazione giudiziaria.

E’ accaduto che la Procura di Catania abbia chiesto l’archiviazione per l’ex Ministro dell’Interno sul caso della nave Gregoretti. La richiesta è stata inviata al Tribunale dei Ministri di Catania ed è stata notificata al leader della Lega.

Il caso passa al Tribunale dei Ministri, lo stesso che nel gennaio scorso chiese l’autorizzazione a procedere

Il Tribunale dei Ministri di Catania deciderà entro i prossimi 90 giorni se accogliere la richiesta di archiviazione per l’ex ministro dell’Interno. La composizione del Tribunale dei Ministri è la stessa di quella che il 24 gennaio scorso aveva chiesto al Senato l’autorizzazione a procedere in giudizio nei confronti del Capo del Carroccio per il caso Diciotti. La Procura di Catania aveva chiesto anche quella volta l’archiviazione del fascicolo. La richiesta era stata ricevuta dalla Giunta per le elezioni e le immunità parlamentari.

Salvini era accusato del reato di sequestro di persona aggravato “per avere, nella sua qualità di Ministro dell’Interno, abusando dei suoi poteri, privato della libertà personale 177 migranti di varie nazionalità giunti al porto di Catania a bordo dell’unità navale di soccorso U.Diciotti della Guardia Costiera italiana alle ore 23.49 del 20 agosto 2018”, scriveva il Tribunale dei ministri di Catania nel decreto. Ma il Senato bocciò la richiesta in seguito alla scelta suicida del Capo Cinquestelle Luigi Di Maio. I giudici del Tribunale dei ministri sono: Nicola La Mantia, Sandra Levanti e Roberto Corda, gli stessi del gennaio scorso. I magistrati hanno ricevuto il fascicolo oggi, quindi dovranno decidere entro il 21 dicembre. Staremo a vedere in caso di nuova richiestta di autorizzazione a procedere cosa faranno i Cinquestelle. Un via libera al processo potrebbe significare per Salvini l’inizio della fine…

21/09/2019   h.19.30