Novità al Pisa Book Festival: editoria, letteratura, libri e incontri con l’autore

Novità al Pisa Book Festival: editoria, letteratura, libri e incontri con l’autore

11 Novembre 2016 0 Di Miranda Parrini

Il Pisa Book Festival ogni anno riunisce a Pisa editori, scrittori, traduttori, illustratori e artisti italiani e stranieri, negli eventi dei tre giorni al Palacongressi.

Irlanda ospite d’onore all’edizione di quest’anno del Pisa Book Festival, il salone del libro dedicato alle case editrici indipendenti italiane che ha aperto ieri i battenti al Palacongressi. Per gli addetti ai lavori come bibliotecari, librai, traduttori, agenti letterari, editor e illustratori c’è anche l’opportunità di aggiornarsi sulle nuove tendenze e sulle novità dell’editoria.

La giornata inaugurale di venerdì 11 novembre ha offerto numerosi eventi, tra cui la presentazione degli autori italiani, con il romanzo di Cristina Pacinotti “Un altro posto è possibile”, Edizioni ETS, presentato da Giulio Milani, scrittore ambientale, e Gipi, fumettista e illustratore, che hanno incontrato il pubblico con il libro che dà voce alla Natura e a chi vuole coerentemente, fiduciosamente difenderla, nel racconto della storia di una piccola grande comunità e di una piccola grande famiglia che si schiera contro un eco-mostro, partendo dalla difesa di un bosco, di una montagna e di un diverso stile di vita.

Al Pisa Book Festival è stato interessante ascoltare anche la conversazione dell’autrice irlandese Caitriona Lally, caso letterario in Irlanda e nel Regno Unito del suo romanzo fantasy dal titolo “Eggshells” , un libro eccentrico con la storia di Vivial Lawlor, una ragazza convinta di essere  una bambina abbandonata dalle fate sulla terra, nella sua vita quotidiana, registrata meticolosamente su un papiro, che la porta in ogni angolo di Dublino alla ricerca del modo per tornare alla sua vera casa: il mondo delle fate, nel suo percorso incontra elfi, folletti, e personaggi particolari. Un fantasy coinvolgente, ricco di battute spiritose.

Nello spazio dibattiti di Repubblica Caffè si sono susseguiti gli incontri con autori ed editori indipendenti, tra questi l’autore romano Giordano Meacci, candidato finalista al Premio Strega 2016, con il suo ultimo libro “Il cinghiale che uccise Liberty Valance” che ha scritto con l’Edizione Minimum Fax, un libro che racconta l’eterno mistero dei nostri sentimenti e lo fa grazie all’antico espediente di trattare le bestie come uomini e gli uomini come una tra le molte specie viventi sulla Terra.

Libro molto apprezzato dalla critica letteraria che lo definisce bellissimo, commovente, appassionante. Lo scrittore Giordano Meacci parla così, del suo ultimo libro.

Mentre scrivi cerchi ossessivamente di dare risposte a domande che non conosci veramente. Sennò, forse, non scriveresti. Almeno: sennò, forse, non scriverei. E tutto per trovare un modo più onesto, e confortevole, e protettivo, e tuo, di arzigogolare degl’interrogativi. Il punto curvo che ci chiede sempre qualcosa. Ma, almeno nella lingua in cui penso, sempre alla fine.

Tra i molti interessanti eventi letterari in programma è arrivata l’ora della Tempesta di Shakespeare, con la presentazione del libro di Nadia Fusini dal titolo “Vivere nella tempesta”, pubblicato da edizioni Einaudi, un romanzo che racconta di isole, mari e naufragi, con Caliban la bestia che spaventa oltre a Miranda la fanciulla bella e innocente.

S.E.U. ha presentato “Adolescenti fra fantasia e realtà”, due libri che hanno come protagonisti degli adolescenti: I cristalli di Mithra, fantasy di Micol Giusti, e La collezionista di sogni, romance di Valentina Bellucci.

Poi l’ incontro con l’autore Shady Hamadi e Arturo Marzano, Università di Pisa per “Esilio dalla Siria. Una lotta contro l’indifferenza” Add Editore, un libro su temi di grande attualità come identità, integralismo, rapporto tra religioni, libertà e lotta contro la dittatura.

Hamada narra affrontando temi fondamentali, con ricordi, incontri, riflessioni sulla società siriana e il racconto della sofferenza di un popolo che sta conducendo una lotta quotidiana contro l’indifferenza dell’occidente.

Il Pisa Book Junior nel calendario del festival, ha un bel programma per i bambini e ragazzi fino ai 14 anni, le giovani generazioni possono partecipare ai laboratori di lettura, disegno dal vivo, giochi, spettacoli.

A Palazzo Blu è infine visitabile la mostra «Racconti cinesi», con le pitture di Chen Jianghon.

Il Festival è promosso e sostenuto dalla Fondazione Pisa, dal Comune di Pisa, dalla Camera di Commercio di Pisa e dal Palazzo dei Congressi di Pisa e ha il patrocinio dell’Ambasciata di Irlanda a Roma.

Grandi ospiti sono previsti anche nella giornata di sabato 12 novembre, tra gli eventi in programma l’appuntamento di Marco Malvaldi, lo scrittore pisano che alle ore 12, presenta il suo ultimo libro «L’infinito tra parentesi. Storia sentimentale della scienza da Omero a Borges».

La poesia e la scienza -spiega l’autore Marco Malvaldi- vagabondando tra un secolo e l’altro, non sono opposte, non lo erano alle origini e non lo sono oggi, che si concepiscono entrambe come tensione alla conoscenza del mistero del reale.

Poi l’incontro con lo scrittore svedese Björn Larsson con il suo libro «L’uomo e la natura. Raccontare il mare»,  un significativo estratto dal testo del suo libro

Martinson ci ricorda che tutti hanno diritto di esistere, non solo i grandi e gli importanti di questo mondo, ma anche quelli che vivono con discrezione alla periferia del turbine della storia, quelli che altrimenti sarebbero come la scia di una nave.

In programma Sergio Staino che presenta passioni e avventure del libro «Io sono Bobo». Appuntamenti interessanti anche per la domenica, con un omaggio all’Irlanda per il centenario della Easter Rising, con Giulio Giorello e Riccardo Michelucci che ricordano gli avvenimenti che portarono il paese all’indipendenza. La giovanissima scrittrice britannica Sumia Sukkar, che presenta il suo libro “Il ragazzo di Aleppo che ha dipinto la guerra”. A seguire l’incontro con il procuratore Giancarlo Caselli, per la presentazione del suo libro «Nient’altro che la verità», scritto con il giornalista Mario Lancisi. Tanti incontri ed eventi ci attendono al Pisa Book Festival,  tutto il programma è reperibile sul sito www.pisabookfestival.it

Pisa Book Festival, un cult per l’editoria indipendente