Salvato Toto, il cane finito nel trita-rifiuti della discarica di Livorno

Salvato Toto, il cane finito nel trita-rifiuti della discarica di Livorno

11 Giugno 2021 0 Di ItaliaNotizie24

Happy end nella discarica di Livorno, dove un cane è finito nel trituratore dei rifiuti organici ma è stato salvato e restituito ai suoi padroni.

Salvato Toto, il cane finito nel trita-rifiuti della discarica di Livorno

Salvato Toto, il cane finito nel trituratore dei rifiuti della discarica di Livorno

Avrebbe fatto una fine orribile il cane Husky di sette anni finito per caso nel raccoglitore dei rifiuti organici della discarica di Livorno: sarebbe stato triturato insieme ai rifiuti, se non fosse stato notato dagli addetti all’impianto che sono riusciti quasi miracolosamente a salvarlo e restituirlo ai proprietari.

Questa miracolosa storia è avvenuta nella mattinata di oggi nella discarica di rifiuti di Vallin dell’Aquila, a Livorno, dove un bellissimo incrocio di cane husky dal pelo grigio è casualmente finito in un impianto di raccolta e trattamento dei rifiuti organici.

Il cane si è probabilmente perso nei giorni scorsi, e non è riuscito a tornare a casa, forse perché i cani di quella specie sono istintivamente in grado di percorrere tantissimi chilometri, ma non sono poi capaci di orientarsi facilmente.

Nel suo girovagare, il cane è arrivato alla discarica, dove è caduto in una enorme vasca che contiene i rifiuti organici provenienti dalla raccolta differenziata cittadina. E li avrebbe trovato una morte orribile, sarebbe stato ben presto risucchiato dal flusso dei rifiuti e sarebbe finito stritolato dal grande “polpo” meccanico che raccoglie la spazzatura e la sposta nei compattatori.

E invece, poco prima che il macchinario fosse messo in movimento, un operaio dell’Aamps, la azienda di igiene urbana di Livorno, ha notato qualcosa che si muoveva nel mare di rifiuti, ed ha subito fermato l’impianto, dando poi l’allarme alla polizia municipale.

Di lì a poco, con l’aiuto di un “allacciatore” professionale convenzionato con il canile municipale, che è stato prontamente convocato sul posto, i soccorritori sono riusciti – non senza fatica – a recuperare il cane, spaventato e sporco, ma per fortuna illeso, e a tirarlo fuori.

E poiché il cane Toto aveva un microchip, un veterinario convenzionato a potuto identificarlo e rintracciare i proprietari, a cui è stato poi restituito.