Superyacht, Il Riva 50 Fifty porta al largo il Made in Italy di lusso

Superyacht, Il Riva 50 Fifty porta al largo il Made in Italy di lusso

09 Marzo 2021 Off Di Pietro Nigro

Varato ad Ancona il superyacht Riva 50 Fifty: lo “squalo” made in Italy firmato Riva Superyachts Division che fa sognare il mondo.

Prende il mare il superyacht Riva 50 Fifty

Il Riva 50 Fifty, il Made in Italy del lusso che galleggia, ha preso il mare ieri ad Ancona, sia pure per un viaggio aperto al solo fortunato acquirente.

Si tratta della nuova nave ammiraglia del brand del gruppo Ferretti che è destinata a far sognare il mondo, non solo della nautica.

L’ultimo superyacht di Riva, che per effetto della forma e della vernice grigia, sembra davvero un enorme squalo che scivola sul mare, è il secondo esemplare a prendere il largo nella categoria top del gruppo Ferretti.

Il progetto, che riprende i celebri motoryachts sognati – e realizzati – dal fondatore del cantiere Carlo Riva, con le celebri serie “Caravelle” e “Atlantic”, è firmato come al solito da Officina Italiana Design, lo studio di progettazione fondato da Mauro Micheli e Sergio Beretta che disegna in esclusiva tutti i modelli Riva, con il contributo del Comitato Strategico di Prodotto guidato da Piero Ferrari che sovrintende all’ingegneria per tutti i marchi del Gruppo Ferretti.

Acciaio e alluminio in Shark Grey, ecco le forme dello squalo del gruppo Ferretti

Riva 50 METRI Riva Fifty

Linee eleganti, acciaio, alluminio e vetro, e vernice Shark grey tendente al blu: il Riva 50 metri m/y Fifty che sembra uno squalo.

Con i suoi 164 piedi di lunghezza e un baglio appena inferiore a 30 piedi (9 metri), il Riva 50 Fifty offre i generosi spazi di un superyacht arredati con tutti gli stilemi tipici della produzione Riva, dal mogano all’acciaio inossidabile al vetro, uniti insieme con accurata ricercatezza e disegnati in un bellissimo colore shark grey virante al blu.

Le linee esterne, che il cantiere ha reso ufficialmente note con foto e video, sono veramente eleganti, ma nulla è stato rivelato sula distribuzione interna degli spazi, né tantomeno sul numero e sulla collocazione delle cabine.

Almeno di questa nave, perché si sa che la prima sorella, battezzata Race e varata due anni fa, aveva una suite Vip e una suite Master direttamente sul ponte principale.

Il Riva 50 Fifty, che ospita 12 persone, presenta eleganti linee ricavate nell’acciaio e nell’alluminio in cui è costruito, ha una velocità di crociera di 14 nodi e una velocità massima di 15, ed è spinto da una coppia di motori diesel MTU 8V 4000 M63.

“Riva M/Y ‘Fifty’ è la dimostrazione che noi italiani sappiamo immaginare e realizzare capolavori come nessun altro al mondo. E in un momento complesso come questo, il mio grazie va a tutti coloro che con bravura e impegno hanno costruito questa magnifica nave.”– ha commentato Alberto Galassi, CEO di Ferretti Group. – Nei tempi antichi si usava l’espressione ‘scrivere sull’acqua’ per descrivere gesta destinate a svanire in fretta. Oggi invece sul mare di Ancona abbiamo scritto un’altra pagina indimenticabile e gloriosa della storia di #riva. A chi è in cerca di grandi emozioni, consiglio di guardare questo nuovo #riva, che lascia senza fiato per come splende di stile, leggenda e innovazione, risultato del talento e delle capacità di tutti i lavoratori”.