Tablet, per IDC il mercato mondiale continua a scendere

Tablet, per IDC il mercato mondiale continua a scendere

09 Maggio 2017 0 Di Pietro Nigro

Sono ormai trenta mesi che il mercato mondiale dei tablet continua a calare: nel primo trimestre -8,2% rispetto al 2016. Ma crescono i detachable.

Tablet, il mercato continua a scendere

Il mercato mondiale dei tablet continua a scendere, ed è ormai il decimo trimestre consecutivo: nei primi tre mesi del 2017 le spedizioni globali sono state di 36,2 milioni di pezzi, l’8,2 per cento in meno rispetto all’anno precedente.

Lo evidenzia il World Quarterly Tablet Tracker, la rilevazione trimestrale di International Data Corporation (Idc), che segnala le due direzioni diametralmente opposte seguita dai due segmenti principali di questo mercato.

L’era dei tablet è iniziata sostanzialmente nel 2010, anno di lancio dell’I-pad, il primo prodotto credibile dopo anni di tentativi di altri produttori di elettronica.

Secondo IDC, il mercato dei detachable, i tablet forniti di una tastiera staccabile, continua a crescere un po’ ovunque. I detachable, infatti, si sono evoluti fino a diventare molto simili a quei prodotti che ci siamo abituati a chiamare computer portatili.

L’altro segmento del mercato è costituito invece dai veri e propri tablet, i tablet a lavagna, insomma quelli che non dispongono di tastiera opzionale. E qui, la tendenza del mercato è invece in calo, da quando nel 2014 si è raggiunta la punta massima di spedizioni.

Secondo i dati raccolti dalla IDC, questa è la lista dei 5 top sellers di tablet nel primo trimestre 2017 rispetto allo stesso periodo del 2016, e le relative quote di mercato (spedizioni globali espresse in milioni di unità):

ProduttoreUnità spedite 1 trim 17 Quota di mercato 1 trim 17Unità spedite 1 trim 16Quota di mercato 1 trim 16Crescita anno su anno
1. Apple8.924.6%10.325.9%-13.0%
2. Samsung6.016.5%6.015.2%-1.1%
3. Huawei2.77.4%2.05.1%31.7%
4. Amazon.com2.26.0%2.25.6%-1.8%
5. Lenovo2.15.7%2.25.5%-3.8%
6. Altri14.439.8%16.942.7%-14.7%
Totale36.2100.0%39.6100.0%-8.5%
Fonte: IDC Worldwide Quarterly Tablet Tracker, 4 maggio 2017.

 

Tablet, i protagonisti del mercato

Secondo IDC, Apple resta la leader di mercato. Ma sono ormai dieci trimestri che le spedizioni di tablet da Cupertino calano rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Insomma, perfino quelli che il tablet lo hanno inventato stanno soffrendo, anche perché la concorrenza ce l’hanno in casa: il mercato cala man mano che cresce il successo degli altri prodotti della Mela. Per esempio, iPad Pro, che include anche la versione con schermo più piccolo, da 9,7 pollici. Una linea di tablet che ha proiettato Apple al top del promettente mercato dei detachables.

Samsung resta il numero due nel mercato dei tablet, nonostante le vendite diminuiscano dell’1,1% rispetto al primo trimestre 2016. E proprio come Apple, anche Samsung si sta spostando progressivamente verso i tablet smontabili. La casa coreana, che ha lasciato il mondo dei Pc nel 2014, sembra ora ritornarci con i nuovi modelli di detachable presentati all’ultimo Mobile World Congress di Barcellona, tutti dotati di Windows 10.

Huawei è l’unica azienda che sembra crescere anziché calare, con 2,7 milioni di pezzi spediti, in crescita del 31,7% rispetto ai 2 milioni spediti nel primo trimestre dell’anno precedente. Come Samsung, anche Huawei ha aggiunto al suo assortimento di tablet a lavagna con Android anche un po’ di tablet a tastiera rimovibile basati su sistema operativo Windows.

 

Tablet, le vendite calano

“Il tasso di crescita del mercato dal 2010 al 2013 – ha dichiarato Ryan Reith, vicepresidente del programma Worldwide Quarterly Tracker di IDC per dispositivi mobili – è stato assolutamente diverso da tutto ciò che abbiamo visto in precedenza nel mondo dei dispositivi per consumatori. Ma ora, per vari motivi, la gente ha molta meno voglia di comprare o di sostituire questi apparecchi”.

E secondo il ricercatore della IDC, oltre al limitato progresso della tecnologia e anche della forma dei tablet, il fattore principale di questo calo è da ricercarsi nella crescente dipendenza di tutti noi dagli smart phones.

Insomma, il nostro cellulare, sempre più evoluto, fa così tante cose che finisce con il sostituire anche il suo fratellino, che gli somiglia ma è anche molto più grande.

Contemporaneamente all’altalena del mercato dei tablet, più o meno, si è assistito anche alla peggiore crisi della storia nel mercato dei personal computer. Che però, nel primo quadrimestre 2017, ricomincia a tirare per la prima volta dal primo trimestre del 2012.

Ma va detto che sul mercato mondiale dei Pc portatili pesa un’altra incognita: occorre capire, infatti, come si evolverà la lotta tra tastiera fissa e convertibile. Insomma, in questo segmento, i protagonisti possono essere da un lato i convertibili e gli “staccabili”. I primi sono pc portatili diventati sempre più piccoli, e forniti di una tastiera pieghevole o girevole o richiudibile, ma pur sempre integrata nella struttura. I secondi sono invece i tablet con tastiera staccabile, i detachables appunto.

“Finora la messa in vendita di smontabili ha danneggiato il mercato dei convertibili – avverte Linn Huang, direttore di ricerca Devices & Displays di IDC – ma la crescita dei primi sembra rallentare un po’, come confermato dall’ultimo Consumer 2017 Consumer Survey presentato da IDC recentemente”.

Secondo IDC, il mercato dei detachable continuerà a sopravanzare quello dei convertibili, anche se il pendolo sembra tornare leggermente indietro a favore dei convertibili. E ciò nonostante l’atteso lancio di altri prodotti “staccabili” sia di Microsoft che di Apple.