Tocco internazionale al secondo Skyline San Gimignano festival

Tocco internazionale al secondo Skyline San Gimignano festival

05 Luglio 2017 0 Di Patrizia Russo

Seconda edizione dello Skyline San Gimignano festival, dal 21 al 28 luglio 2017: ospiti d’eccezione Sara McKenzie e Michael Nyman.

Torna lo Skyline San Gimignano festival

San Gimignano è uno dei borghi medievali meglio conservati e più belli d’Italia situato nella campagna senese, famoso oltre che per le sue torri anche per la sua Vernaccia. Rientra tra le mete preferite da milioni di turisti perché incarna l’immaginario del piccolo borgo italiano. Un gioiello tutto toscano in cui storia, arte e cultura si fondono perfettamente.

Le torri medievali, lo skyline di questo bellissimo borgo, faranno da cornice alla rassegna estiva di musica e spettacolo Skyline San Gimignano Festival, che quest’anno ospiterà gli artisti internazionali Sara McKenzie e Michael Nyman.

“Un festival – dichiara Carolina Taddei, assessora alla cultura del Comune di San Gimignano – che valorizza il nostro patrimonio culturale e che porta l’eccellenza e la qualità della musica internazionale nel cuore della nostra città. San Gimignano, patrimonio Unesco, nota per le sue torri e il suo profilo, risuonerà con le note di McKenzie e Nyman per offrire un’esperienza unica agli appassionati di musica e di bellezza. Vi aspettiamo qua, all’ombra delle torri”.

Quattro serate di musica, teatro e opera

Ad impreziosire questo splendido luogo ed allietare le serate dei numerosi turisti che ogni estate lo affollano si svolgerà il 21, 23, 24 e 28 luglio lo “Skyline San Gimignano Festival” con un programma ricco e variegato.

“Questa seconda edizione dello Skyline San Gimignano Festival – ha dichiarato l’assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo – si fonde con l’idea di accoglienza, ospitalità e piacevolezza dei borghi e delle piazze toscane. Lo fa cercando di focalizzarsi su un certo tipo di turismo, più attento e consapevole, colto. Senza però creare qualcosa di elitario, perché la cultura è sinonimo di consapevolezza e conoscenza, valori c he appartengono a tutti. Insomma, un’idea di turismo connessa ad un’offerta culturale, complessa e per certi tratti irripetibile, che vorremmo sollecitare e che lo Skyline Festival propone e promuove”.

Il programma

Sara McKenzie aprirà la rassegna il 21 luglio (ore 21:30 – Piazza Duomo). Straordinaria cantante e pianista australiana è considerata un tesoro nazionale nel suo paese. A San Gimignano presenterà il suo nuovo album “Paris in the rain”, dedicato al viaggio artistico dall’Australia all’America, fino all’Europa, con l’omaggio all’Italia in “When in Rome” di Cy Coleman. Si esibiranno con lei tre straordinari musicisti: Jo Caleb alla chitarra, Pierre Boussaguet al contrabbasso e Marco Valeri alla batteria.

Il 23 Luglio (ore 21:30 – Piazza Duomo) il palco di Skyline accoglierà il leggendario Michael Nyman uno dei massimi compositori viventi, universalmente conosciuto per la colonna sonora di “Lezioni di Piano” di Jane Campion’s, premiato con tre Oscar e tre milioni di album venduti. Nato a Londra nel 1944, compositore, pianista, direttore d’orchestra, musicologo e ultimamente anche fotografo e regista, Michael Nyman è una delle figure più innovative e rappresentative della scena musicale britannica degli ultimi decenni. A partire dal lungo sodalizio con il regista Peter Greenaway (rinnovato in una dozzina di film), con gli anni il suo nome è diventato sinonimo di colonna sonora d’autore.

Appuntamento con l’opera il 24 luglio (ore 21:30 – Piazza Duomo). Di scena La traviata di Giuseppe Verdi. L’opera arriva a San Gimignano in una produzione di Community News/Modigliani Produzioni, appositamente realizzata per lo Skyline Festival in collaborazione con il Teatro del Giglio di Lucca.

Sul palco ascolteremo Giorgio Casciarri (Alfredo), Sara Cervasio (Violetta), Carlo Morini (Giorgio). A dirigere, orchestra e coro Amedeo Modigliani, sarà Mario Menicagli. La regia è di Cataldo Russo, le luci di Riccardo Tonelli. Dopo “Il Barbiere di Siviglia”, dello scorso anno, realizzato interamente con materiali di riciclo, anche quest’anno gli arredi di scena saranno realizzati da Be Different srl, un’azienda giovane e dinamica specializzata nella realizzazione di oggetti caratterizzati dal design esclusivo con l’uso di materiali innovativi.

La rassegna si chiuderà il 28 luglio (ore 21:30 – Rocca di Montestaffoli) con un evento promosso dal Comitato Giovani della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO: “S’ignora”, il primo progetto sinestetico che unisce musica, arte figurativa e architettura in un’unica performance live. Protagonisti della serata saranno Giovanni Caccamo, uno dei più interessanti e seguiti giovani cantautori italiani e l’artista Giovanni Robustelli, che dipingerà live su grandi tele soggetti ispirati a San Gimignano. Il titolo del progetto, supportato da Fiat, che quest’anno celebra i sessant’anni della 500, suggerisce due significati differenti, entrambi usati come criteri per la selezione dei brani musicali: Signora, inteso come donna, e s’ignora, inteso come qualcosa che non si conosce. L’obiettivo è quello di accendere un faro sulla “bellezza nascosta”, riportando alla luce meraviglie, armonie, scorci, dettagli fino ad oggi trascurate. Come è il caso della Rocca di Montestaffoli, a due passi dalla straordinaria Piazza del Duomo di San Gimignano.